Accoltellò alla pancia un 21enne, albanese condannato a cinque anni

Ha patteggiato cinque anni di reclusione con l'accusa di tentato omicidio l'albanese che l'8 maggio 2016 dello scorso anno accoltellò un 21enne kosovaro a Castelsangiovanni in via Amendola

I soccorritori sul luogo

Ha patteggiato cinque anni di reclusione con l’accusa di tentato omicidio l’albanese che l’8 maggio 2016 dello scorso anno accoltellò un 21enne kosovaro a Castelsangiovanni. Il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Bersani ha disposto la custodia cautelare in carcere (dove il ragazzo si trova dal giorno del fatto), mentre la difesa aveva chiesto gli arresti domiciliari. Il difensore, l’avvocato Mauro Pontini, ricorrerà al Tribunale del riesame. Il 24enne K. B. che è incensurato, aveva colpito con un coltello un 21enne kosovaro in mezzo alla strada, in pieno centro in via Amendola. A scatenare la violenza sarebbe stato un movente sentimentale, legato a una ragazza. Il ferito, in gravi condizioni, era stato trasportato in ospedale e sottoposto a un delicato intervento chirurgico all’intestino. Il 24enne, invece, in serata si era presentato spontaneamente ai carabinieri di Castelsangiovanni che lo avevano arrestato con l’accusa di tentato omicidio. La lite era scoppiata in un appartamento, poi era terminata in strada con due coltellate all’addome del kosovaro. Nella mattina del 22 marzo, il giovane albanese ha patteggiato la pena dopo l’accordo tra il pm Antonio Colonna e il difensore Pontini. Il pm non si è opposto alla richiesta di arresti domiciliari, mentre il gip Bersani ha disposto il carcere, poiché ha ritenuto che il giovane possa reiterare il reato. La difesa ha annunciato il ricorso al Tribunale della libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento