Accusato di aver rubato soldi all'Aci, assolto dopo 7 anni si commuove in aula

Era stato denunciato ed era stato processato con l'accusa di peculato

(Repertorio)

Era accusato di aver rubato all'ACI circa 700 euro, trattenendo il denaro che incassava dai pagamenti di alcuni automobilisti. Era stato denunciato ed era stato processato con l'accusa di peculato. Dopo sette anni, un dipendente dell'ACI è stato assolto dal collegio presieduto dal giudice Gianandrea Bussi. L'uomo, dopo la sentenza, si è commosso in aula. È terminato così il lungo calvario giudiziario di Massimo Conte.
Per lui, il pm Ornella Chicca aveva chiesto la condanna di 8 mesi riqualificando però il reato in abuso d'ufficio. Il difensore, l'avvocato Massimo Solari, aveva invece chiesto l'assoluzione perché non si sarebbe realizzato alcun danno allo Stato, ma solo, eventualmente, ai privati. Insomma, una situazione non chiara che, per accusa e difesa, non configurava il grave reato di peculato.
I giudici hanno deciso di riqualificare uno degli episodi che venivano contestati a Conte come appropriazione indebita. Un reato, però, che si è prescritto. Il collegio lo ha, invece, assolto per la seconda accusa di peculato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento