rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca

Stroncato da un malore in bici, addio a Carlo Mazzoni

Politica e sport in lutto per la morte di Carlo Mazzoni: è stato assessore allo sport e presidente del Piacenza Rugby, nonché esponente di spicco di Forza Italia

Un malore lo ha stroncato mentre si stava rilassando con una delle tante passioni della sua vita. Carlo Mazzoni, 53enne, è deceduto poche ore fa mentre era in bicicletta nei pressi di Mezzano Scotti: dalle prime notizie si parla di un possibile arresto cardiaco. Imprenditore nell'omonima azienda, volto noto dello sport piacentino e storico presidente del Piacenza Rugby, lascia la moglie e tre figli.  

Mazzoni era molto conosciuto in città sia come imprenditore, ma soprattutto come uomo di sport – per tanti anni è stato presidente del Piacenza Rugby – e per l’impegno politico. Già assessore nella giunta Guidotti (proprio allo Sport) e consigliere comunale, è sempre stato uno degli esponenti più in vista di Forza Italia in città. Proprio in questa campagna elettorale si era molto speso, pur non candidandosi, per Patrizia Barbieri e il centrodestra. Nella giornata di ieri aveva lanciato il suo appello al voto tramite i social. Poi, questa mattina, la decisione di effettuare un giro in bicicletta fuori città proprio nel giorno delle votazioni. Sul posto sono intervenuti il 118 e i carabianieri di Agazzano, ma per Mazzoni non c'è stato nulla da fare.

Il cordoglio del sindaco Dosi per la scomparsa di Carlo Mazzoni - “Sono profondamente addolorato; l’improvvisa quanto prematura scomparsa di Carlo Mazzoni è un fulmine a ciel sereno per tutti gli amministratori piacentini che lo hanno conosciuto e ne hanno stimato le doti umane, professionali e politiche”. Con queste parole il sindaco Paolo Dosi ricorda l’ex collega di Consiglio comunale nei primi anni Duemila: “E’ stato assessore allo Sport con la Giunta Guidotti – prosegue – in quel ruolo ha sempre avuto a cuore le sorti sportive della città e ha interpretato quel mondo come elemento di traino per sviluppo sociale e la crescita civile dei più giovani. Disponibile al dialogo, Mazzoni era una persona perbene, stimato e benvoluto per cui il rammarico e il dolore per la sua scomparsa sono ancora più forti”.  Dosi ricorda come la passione politica in Carlo Mazzoni fosse un elemento fondante della sua personalità: “Generoso e disponibile – conclude – lascia in tutti noi che lo abbiamo conosciuto un ottimo ricordo. Se ne va troppo presto una persona che sapeva dialogare ed era attenta alle esigenze della politica”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un malore in bici, addio a Carlo Mazzoni

IlPiacenza è in caricamento