Cgil, sciopero generale: "Manovra che pesa sulle spalle dei soliti"

Circa 350 piacentini, stamattina a Bologna, hanno detto "no" insieme alla Cgil territoriale ad una manovra "sbagliata, iniqua e che scarica sulle spalle dei soliti il peso della correzione del bilancio"

Circa 350 piacentini hanno detto "no" insieme alla Cgil territoriale ad una manovra "sbagliata, iniqua e che scarica sulle spalle dei soliti il peso della correzione del bilancio". Un bilancio positivo quello dello sciopero generale di oggi per la confederazione, che ha organizzato otto pullman partiti di buona mattina da Piacenza, Fiorenzuola e Castelsangiovanni e che si sono andati ad unire ai 100mila manifestanti che hanno colorato di rosso le strade di Bologna.

"E' stato un corteo allegro e vivace capace di portare proposte alternative e serie ai tagli indiscriminati del Governo", ha spiegato Paolo Lanna, segretario generale della Cgil di Piacenza che ha partecipato al troncone di manifestazione che ha percorso via Lame, via Marconi e via Ugo Bassi prima di sfociare in piazza Maggiore dove Susanna Camusso, vice segretaria generale, ha tenuto un comizio conclusivo interrotto dagli applausi decine di volte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Coloro che in questo Paese hanno un reddito superiore a centocinquantamila euro possono pagare per due anni un'addizionale che permetta di non chiedere ai lavoratori a mille euro al mese di rinunciare ai loro contratti": questa è una delle proposte lanciate dal vice segretario Camusso, durante il suo intervento. "Tra le idee suggerite all'esecutivo - ricorda lo stesso Lanna - abbiamo rimarcato l'opportunita' di alzare le tasse sulle rendite finanziarie citando, a proposito, l'esempio della Gran Bretagna". Ampia condivisione, poi, sulle critiche alla manovra da parte degli amministratori locali e dei governatori delle Regioni: "Siamo l'unico Paese - ha commentato Lanna - che pensa che si possa fare una manovra scaricando tutti i costi sulle Regioni, sulle Province e sui Comuni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento