rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Stradone Farnese / Stradone Farnese

Un fiume di gente ha invaso Piacenza per la grande sfilata degli alpini

In città 400mila persone. Iniziata la lunga sfilata attraverso la città. Uno striscione dedicato a Papa Francesco: "Gli Alpini salutano Papa Francesco come uno di noi". Arrivato anche il ministro della Difesa Mario Mauro

E' iniziata a Piacenza alle 9 la sfilata che conclude la tre giorni dell'80esima adunata degli Alpini. Ad aprire lo sfilamento il Reggimento Artiglieri di montagna, con la loro bandiera di guerra, da poco tornati dalla missione in Afghanistan. Ma a sorpresa nelle prime file del corteo anche uno striscione: "Gli Alpini salutano Papa Francesco come uno di noi", in ricordo del fatto che un cugino del Papa, Giovanni Bergoglio, era sopravvissuto all'affondamento del piroscafo Galilea, affondato nel Canale di Otranto nel '42.
Gli Alpini, in armi e in congedo, sfileranno tutta la giornata lungo un percorso di circa un chilometro e mezzo. Sulla tribuna di onore presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani. Nel messaggio portato dagli alpini della sezione estera argentina si leggeva: "Gli alpini salutano Papa Francesco, Pontefice dal gesto semplice... Praticamente alpino".

«Gli alpini e l'Associazione Nazionale Alpini 'sono' la Protezione Civile, nel senso che sono un asset fondamentale del nostro sistema». Cosi' il prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile, a chi gli ha chiesto quale sia il contributo dei militari alla Protezione Civile.
«Lo sono stati nel territorio emiliano per il terremoto e prima per il 'nevone', come lo sono in ogni parte del territorio nazionale e non solo. Se pensiamo che in questo momento l'ospedale da campo dell'Ana sta operando in Giordania per assistere i profughi siriani si può comprendere quanto è importante il ruolo dell'associazione». 

Adunata nazionale Alpini, la grande sfilata in centro ©Bisa/ilPiacenza

Adunata Nazionale Alpini, la grande parata ©ilPiacenza

Piacenza, la sfilata degli Alpini ©Analia De Mare

Adunata: l'ammaina bandiera ©Gatti/IlPiacenza

Intorno alle 11.20 il ministro della Difesa, Mario Mauro, è arrivato scortato dai carabinieri del Nucleo radiomobille di Piacenza per presenziare alla sfilata. Mauro, dopo aver ricevuto gli onori militari, si è subito voluto recare vicino alle tribune per salutare il maresciallo Luca Barisonzi, ferito nel 2011 in Afghanistan e rimasto tetraplegico. Mauro gli si è avvicinato e gli ha parlato: 'Mi ha detto che verrà a trovarmi', ha spiegato il militare. Dopo aver reso onore al Labaro dell'Associazione Nazionale Alpini, il ministro è salito in tribuna per assistere alla parata con il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

L'INTERVISTA AL MINISTRO DELLA DIFESA MARIO MAURO

Erano 400 mila le persone erano presenti a Piacenza, la sfilata è stata trasmessa in streaming sul sito www.ana.it al quale si sono collegati visitatori di 73 Paesi, più di 100 mila gli accessi nella mattinata di domenica. Boom di fan anche sulla pagina facebook dell’associazione che ha raccolto in breve tempo 68 mila “Mi piace”.
(Fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un fiume di gente ha invaso Piacenza per la grande sfilata degli alpini

IlPiacenza è in caricamento