Cronaca

Afghani trovati all'autogrill di Fiorenzuola, dovranno lasciare l'Italia

Si è conclusa nel tardo pomeriggio del 17 febbraio in questura la vicenda degli 8 afghani trovati dalla polizia stradale di Guardamiglio e di Piacenza nella serata del 16 febbraio mentre vagavano al buio nell'area di servizio Arda di Fiorenzuola lungo l'A1: dovranno lasciare l'Italia quanto prima

Si è conclusa nel tardo pomeriggio del 17 febbraio in questura la vicenda degli 8 afghani trovati dalla polizia stradale di Guardamiglio e di Piacenza nella serata del 16 febbraio mentre vagavano al buio nell’area di servizio Arda di Fiorenzuola lungo l’A1.

Soccorsi e portati all'ospedale di Piacenza, sono stati visitati e sottoposti alle analisi radiologiche per stabilire, tramite la radiografia del polso, se si fosse trattato di minori. Successivamente sono stati portati in questura e fotosegnalati. Gli agenti dell'Immigrazione ci hanno messo tutto il giorno per capire se effettivamente gli otto stranieri potevano essere profughi, cercando di ricostruire, non senza fatica, le tappe del loro viaggio, visto che nessuno di loro ha parlato. 

E alla fine la decisione: l'unico minore del gruppo è stato affidato ai servizi sociali, di due non si conosce nulla, mentre i restanti 5 erano già stati colpiti da un provvedimento di respingimento da parte della Grecia nell'estate del 2014 e sono clandestini. Il questore ha quindi emesso un ordine che intima loro di abbandonare il suolo italiano il prima possibile. Non hanno fatto richiesta di asilo o altro nel primo luogo in Italia dove sono arrivati e questo non permette loro di poter chiedere qualsiasi permesso di soggiorno adesso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Afghani trovati all'autogrill di Fiorenzuola, dovranno lasciare l'Italia

IlPiacenza è in caricamento