Aggredirono quattro agenti della municipale, padre e figlio saranno processati

Sarà un processo a stabilire che cosa è avvenuto il 13 febbraio del 2016 in via Primogenita, quando quattro agenti della polizia municipale sarebbero stati aggrediti da padre e figlio, di 50 e 22 anni, entrambi macedoni

Sarà un processo a stabilire che cosa è avvenuto il 13 febbraio del 2016 in via Primogenita, quando quattro agenti della polizia municipale sarebbero  stati aggrediti da padre e figlio, di 50 e 22 anni, entrambi macedoni. I due, che sono incensurati, sono stati rinviati a giudizio questa mattina, 25 gennaio, dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Bersani, su richiesta del pm Ornella Chicca. Padre e figlio sono accusati di lesioni, resistenza e oltraggio. Il difensore dei due, l’avvocato Emanuele Solari, ha dichiarato: «Siamo sereni. Dimostreremo in aula la dinamica dei fatti storici». I due non hanno scelto un rito alternativo (che consente uno sconto di pena) ma affronteranno il processo davanti al giudice monocratico.

Nella stessa udienza, si sono costituiti parte civile i quattro agenti coinvolti nella vicenda e assistiti dall’avvocato Luigi Salice. I quattro agenti della Municipale erano finiti all’ospedale - hanno riportato prognosi di diversa entità - dopo l’aggressione che sarebbe avvenuta verso le 15.30.  Secondo la denuncia, tutto è iniziato durante un controllo stradale. Una pattuglia del Nucleo motociclisti ha fermato un’utilitaria che viaggiava in via Primogenita, di fianco a Borgofaxhall. Alla guida sembra vi fosse il giovane macedone che era stato identificato e controllato dagli agenti, ma all’improvviso sarebbe scappato attraversando la strada. Era stato rincorso e fermato. Alle spalle degli agenti, però, sarebbe arrivato un uomo, il padre, e sarebbe nata una colluttazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento