Aggredito per strada con un palo sradicato da terra, piacentino all'ospedale

Grave episodio sabato sera in via Taverna, la vittima è il tatuatore piacentino Michele Turco. Indagano i carabinieri

(Repertorio)

«Mi hanno aggredito senza motivo». A parlare è il piacentino Michele Turco, noto artista del tattoo, che nella serata di sabato 10 marzo è finito all'ospedale con due ferite alla testa. Il suo referto parla di trauma cranico con quasi venti punti di sutura e dieci giorni di prognosi. Ad aggredirlo sono stati due uomini, descritti come stranieri di colore, che sono poi fuggiti. Le indagini ora sono in mano ai carabinieri del Nucleo radiomobile di Piacenza che sono intervenuti sul posto.
«Ero insieme a un amico - spiega Turco - appena usciti da un bar di via Taverna ci siamo diretti verso il camper che avevo lasciato posteggiato in piazzale Torino. All'improvviso siamo stati avvicinati da due uomini di colore che hanno iniziato insultarci senza motivo. Il mio camper era posteggiato con due ruote sul marciapiedi ma non arrecava nessun intralcio».
«Uno di loro poi mi ha sputato addosso, dopodiché ha afferrato un paletto della segnaletica stradale con il fondo in cemento e me lo ha dato sulla testa mentre ero voltato di spalle».
I due aggressori sono poi fuggiti prima dell'arrivo dei carabinieri, mentre il tatuatore piacentino è finto al pronto soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento