menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento di sabato pomeriggio

Un momento di sabato pomeriggio

Aggressione alla Municipale, Csa: «Non siamo agenti di polizia "a metà"»

Federico Ferri (sindacato Csa): «Quanto accaduto evidenzia la pericolosità di un lavoro che, complice una società profondamente cambiata ed un quadro normativo fermo da ormai trent'anni, espone continuamente gli operatori al rischio di aggressioni, senza le necessarie tutele»

«Com’è noto, sabato 13 febbraio quattro operatori della Polizia Municipale di Piacenza hanno dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, dopo aver subito un'aggressione da parte di due persone durante un normale controllo stradale in via La Primogenita. A loro va, ovviamente, la nostra solidarietà, così come va il nostro ringraziamento a tutti quei cittadini ed amministratori che hanno espresso la loro solidarietà al corpo e i loro auguri ai colleghi coinvolti», scrive in una nota il dirigente provinciale del sindacato Csa, Federico Ferri. 

«Da questo spiacevole episodio va tratto però lo spunto per un paio di riflessioni sulla condizione della Polizia Locale italiana ed in particolare su quella della Polizia Municipale di Piacenza; infatti, quanto accaduto, evidenzia la pericolosità di un lavoro che, complice una società profondamente cambiata ed un quadro normativo fermo da ormai trent’anni, espone continuamente gli operatori al rischio di aggressioni, senza le necessarie tutele. E' importante inoltre, riflettere anche sull'aspetto comunicativo; infatti troppo spesso leggiamo delle dichiarazioni pubbliche, rilasciate ad organi di stampa, inerenti funzioni e compiti della Polizia Municipale che trasmettono la sensazione di una Polizia "a metà", con qualifiche e competenze limitate. Questo fatto, oltre a non corrispondere al vero, contribuisce ad esporre ancor di più i colleghi alla riottosità di certi soggetti che agiscono convinti di avere a che fare con agenti di polizia dai poteri limitati. Fatte queste doverose osservazioni, rinnoviamo ai nostri colleghi l'augurio di una pronta guarigione ed esprimiamo la nostra piena fiducia nell’autorità giudiziaria auspicando che possa giungere rapidamente a far luce sui fatti accaduti». Conlcude. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nell'ultima settimana contagi in calo del 33% nel Piacentino

  • Attualità

    A Ottone una via dedicata alla Giornata della Memoria

  • Cronaca

    Covid-19, altri 83 nuovi casi e sei decessi nel Piacentino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento