Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Monticelli d'Ongina

«Aiutami a rubare o ti faccio fare una brutta fine», condannato a un anno e otto mesi

Un 30enne condannato a 1 anno e 8 mesi per tentata rapina impropria. Minacciò una guardia per impossessarsi di uno smartphone del valore di 800 euro

Gli aveva detto di portare fuori quel cellulare altrimenti gli avrebbe «fatto fare una brutta fine». Il 25 gennaio è stato condannato, con rito abbreviato, dal giudice per l’udienza preliminare, Luca Milani, pm Ornella Chicca, a un anno e 8 mesi di reclusione con l’accusa di tentata rapina impropria. L’uomo, un 30enne residente a Piacenza, era stato fermato dai carabinieri, il 7 luglio del 2017, chiamati dal direttore dello stabilimento Sda di Monticelli. Il direttore era stato informato che il 30enne era stato visto avvicinarsi a una guardia giurata e consegnarli un pacco. Il direttore aveva raggiunto la guardia trovandola con il pacco che conteneva uno smartphone S8 del valore di 800 euro. La guardia gli aveva riferito di essere stato minacciato di «fare una brutta fine». I carabinieri lo avevano arrestato. Poi, dopo un periodo agli arresti domiciliari il 30enne era tornato in libertà. La procura lo aveva indagato per rapina impropria. In udienza, il difensore del 30enne, l’avvocato Vittorio Antonini, ha sostenuto che non si trattava di rapina, ma di furto in concorso con la guardia. L’avvocato ha poi chiesto al giudice anche di valutare il tentativo, perché, anche se si fosse trattato di rapina, questa non si è consumata perché il cellulare non è mai uscito dallo stabilimento. Una richiesta, quest’ultima accolta dal giudice, che ha riqualificato il reato. La difesa ha preannunciato il ricorso in Appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Aiutami a rubare o ti faccio fare una brutta fine», condannato a un anno e otto mesi

IlPiacenza è in caricamento