Al bar vendita improvvisata di mascherine a 8 euro l'una, blitz delle Fiamme Gialle

In un bar di Piacenza. Dagli accertamenti è emerso che le mascherine, monouso e di tipo FFP2, acquistate a meno di 3 euro l’una, erano invece state messe in vendita al pubblico ad un prezzo quasi triplicato rispetto al reale prezzo di mercato

Alcune delle mascherine sequestrate

Controlli assidui, da parte delle fiamme gialle piacentine, per arginare la diffusione di comportamenti illeciti volti a speculare sulla vendita di dispositivi di protezione individuali quali gli acquisti di mascherine e disinfettanti a prezzi decisamente sproporzionati e commercio di tali prodotti da parte di soggetti non autorizzati o ambulanti. Per dare una risposta efficace, soprattutto in un contesto di emergenza sanitaria che ha coinvolto anche la nostra provincia, la Guardia di Finanza di Piacenza ha attivato un costante monitoraggio, grazie anche alle segnalazioni effettuate al numero di pubblica utilità 117, al fine di prevenire forme di abusivismo commerciale, ingiustificati rialzi di prezzi e manovre speculative tese a conseguire un indebito vantaggio economico a danno dei consumatori finali. Nell’ambito dei diversi controlli effettuati negli ultimi giorni, è stato riscontrato, dai militari del Gruppo di Piacenza, un’improvvisata vendita di mascherine da parte di un bar del capoluogo piacentino, che esponeva, davanti al bancone ed in bella vista, un cartello recante la scritta “mascherina euro 8 l'una".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dagli accertamenti è emerso che le mascherine, monouso e di tipo FFP2, acquistate a meno di 3 euro l’una, erano invece state messe in vendita al pubblico ad un prezzo quasi triplicato rispetto al reale prezzo di mercato. Le sanzioni previste per questo tipo di comportamenti sono particolarmente salate in quanto tendono a punire chi cerca di sfruttare, a proprio vantaggio, l’insicurezza dei cittadini i quali, non acquistando da soggetti autorizzati, non ricevono indicazioni corrette circa le caratteristiche ed il corretto utilizzo di tali dispositivi, circostanza essenziale per la tutela dell’acquirente. Resta alta, dunque, l’attenzione della Guardia di Finanza, al contrasto di ogni forma di illegalità, in particolar modo per chi approfitta, in periodi di apprensione e di allarme sociale, delle debolezze altrui e dello stato di bisogno di soggetti in difficoltà, per arricchirsi illecitamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento