Al via lo studio di fattibilità per riqualificare l’ex ospedale militare

Sono in totale sei gli immobili pubblici dismessi sul territorio piacentino al centro di uno studio di fattibilità finanziato dall’Agenzia del Demanio che ha preso il via nei giorni scorsi

Sono in totale sei gli immobili pubblici dismessi sul territorio piacentino al centro di uno studio di fattibilità da 96mila euro finanziato dall’Agenzia del Demanio che ha preso il via nei giorni scorsi. Obiettivo dell’analisi tecnico – economica, che sarà eseguita dalla società di advisory Nomisma Spa che si è aggiudicata la gara, è di determinare il miglior utilizzo possibile e anche il migliore veicolo economico-finanziario per la valorizzazione dell’ex Ospedale Militare di Piacenza, di proprietà dello Stato,  situato in una posizione strategica, di cerniera con il centro storico della città, e di altri cinque beni di proprietà del Comune. Lo studio si propone quindi di individuare – attraverso le attività e le analisi tecniche e giuridico-amministrative – scenari ottimali per un’operazione di ampio respiro che mira a rifunzionalizzare, valorizzare e riutilizzare gli immobili con significativi impatti sulla realtà locale, anche valutando l’eventuale apporto o conferimento a un fondo immobiliare. Lo studio di fattibilità prevede una fase di due diligence, rilievo di beni, individuazione e analisi degli scenari e avrà una durata di circa tre mesi, concludendosi la prossima primavera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento