Alcol e droga, controlli a tappeto dei carabinieri

Due automobilisti denunciati perché guidavano ubriachi, sette persone trovate in possesso di stupefacenti e segnalati quindi quali assuntori, uno straniero non aveva il permesso di soggiorno e sopreso mentre fumava uno spinello ed un altro ha violato gli obblighi impostigli dall’Autorità Giudiziaria: questo è il bilancio dei servizi di controllo del territorio svolti tra venerdì e sabato dai Carabinieri della Compagnia di Piacenza nell’ambito della campagna di prevenzione delle “stragi del sabato sera” e della prevenzione al consumo di sostanze stupefacenti. Circa 30 i militari che sono stati impiegati, insieme alle pattuglie della Sezione Radiomobile della Compagnia per garantire un pronto intervento e una pattuglia di personale in abiti civili. Numerosi sono stati i mezzi controllati e più di 80 le persone controllate. «Per favore può soffiare qui?» : la frase che molte volte è stata ripetuta agli automobilisti che sono stati fermati e controllati.

Ai guidatori fermati che venivano riscontrati avere un tasso dubbioso o superiore a quello consentito, mediante l’utilizzo dell’etilometro, veniva chiesto di fare un secondo controllo, così come prevede la normativa, al fine di avere la piena certezza del loro stato. Due di loro sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza: un 33enne nato a Palermo residente in provincia di Piacenza, era alla guida con un tasso alcolico di 1,51 grammi per litro e un 46enne nato in Macedonia, residente in città alla guida con un tasso alcolico di 2,11 grammi per litro. Ad entrambi gli è stata subito ritirata la patente di guida ed i veicoli che avevano in uso sono stati posti sotto fermo amministrativo. Un 32enne nato in Marocco è stato denunciato per evasione. Durante il controllo eseguito presso la sua dimora non è stato trovato e quindi ha violato gli obblighi che gli erano stati imposti dall’Autorità Giudiziaria. Un altro straniero di 34 anni nato in Marocco, in Italia senza fissa dimora, è stato fermato e controllato in centro. Era sprovvisto del permesso di soggiorno ed aveva addosso uno spinello. E’ stato quindi segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Stessa sorte è toccata ad altri cinque stranieri, tra i 18 e i 46 anni, e a due piacentini poco più che ventenni, che controllati nei pressi di bar, luoghi d’incontro e locali notturni sono stati trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono stati sequestrati circa 5 grammi di hashish, circa 4 grammi di marijuana, 4 spinelli e 2 pastiglie di benzodiazepina. L’attenzione dei Carabinieri di Piacenza anche nei prossimi weekend rimarrà alta e costante sull’intera provincia. Continueranno con assiduità ad essere programmati i servizi di prevenzione e contrasto, affiancando ad una capillare perlustrazione del territorio una continua  e attenta attività info-investigativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento