Cronaca

Alla fiera di Sant’Antonino 239 banchi, esentati del canone di occupazione

La decisione della Giunta, che ha stanziato 18mila euro e seguito l’ordine di graduatoria degli operatori. Niente “spuntisti”, percorso ridotto a via Genova, Corso Vittorio Emanuele, Via Palmerio e Pubblico Passeggio

L’organizzazione della fiera di Sant’Antonino del 4 luglio è quasi ultimata. La Giunta Barbieri ha approvato l'assetto organizzativo dell’edizione di quest’anno, che comporta la riduzione del numero dei posteggi, con disposizione modificata secondo il criterio dell'ordine di graduatoria. In via eccezionale, per il 2021, ed in concomitanza con il permanere dello stato di emergenza sanitaria Covid-19, i posteggi sono limitati a 239, di cui 24 alimentari, e sono dislocati unicamente sulle seguenti vie: via Genova, Corso Vittorio Emanuele, Via Palmerio, Viale Pubblico Passeggio, secondo un percorso lineare, differenziato rispetto al tradizionale percorso di fiera, che favorisce il rispetto delle condizioni di sicurezza ed i distanziamenti previsti dalle normative anti-covid.

La Giunta ha deciso di ammettere gli operatori secondo la graduatoria definitiva e generale della fiera, senza coinvolgere gli “spuntisti”, sempre al fine di evitare possibili situazioni di assembramento. L’Amministrazione ha disposto l’esenzione dal pagamento del canone di occupazione suolo pubblico per i titolari dei posteggi della fiera. Grazie all’ultima variazione di bilancio, utilizzerà 18mila euro di avanzo per coprire questo ammanco.

fiera 2021-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla fiera di Sant’Antonino 239 banchi, esentati del canone di occupazione

IlPiacenza è in caricamento