Cronaca Via Vincenzo Capra

Alloggi Acer, comportamenti arroganti e convivenza difficile

Se n'è parlato nella giornata del 25 ottobre durante la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: si coinvolgano anche i servizi sociali e l'assessorato competente

Alloggi Acer di via Capra

Sicurezza nei quartieri di edilizia residenziale pubblica. Se n'è parlato nella giornata del 25 ottobre durante la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto Maurizio Falco. Il prefetto, dando seguito all’impegno assunto nell’incontro che si è svolto alcuni giorni fa con il presidente di Acer, Patrizio Losi,  ha sottoposto la tematica all’attenzione del comitato. 

Al riguardo, è stato evidenziato che nella zona Acer, nel corso del 2016, sono stati denunciati 34 reati a fronte dei 24, segnalati nel 2017 fino al mese di settembre. E’ stato messo in luce il ripetersi di comportamenti arroganti e trasgressivi che rendono sempre più difficile la convivenza nei condomini tra la popolazione più anziana e le giovani generazioni, anche di origine straniera. Pertanto, è emersa la necessità - spiega una nota - che la problematica sia affrontata non solo attraverso la maggiore attenzione da parte delle forze di polizia e della polizia municipale ma anche con il coinvolgimento dei servizi sociali e dell’assessorato competente.

Alla riunione hanno partecipato il questore Salvatore Arena, il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Corrado Scattaretico, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Daniele Sanapo, il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri unitamente all’assessore alla Sicurezza Luca Zandonella e al comandante della polizia municipale Piero Romualdo Vergante, e il presidente della Provincia Francesco Rolleri. 

MILLE OCCHI SULLA CITTA' E CONTROLLI - E’ stata, poi, esaminata la questione dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio nei mesi di novembre e dicembre prossimi, in occasione delle numerose manifestazioni e fiere nonché delle festività natalizie e di fine anno. In proposito, è stata rappresentata l’esigenza che le forze di polizia siano informate anticipatamente sugli eventi previsti in provincia affinché possano essere programmati tutti i necessari servizi volti ad assicurare lo svolgimento degli stessi nel rispetto prioritario della sicurezza dei partecipanti. Alla valutazione del Comitato è stato sottoposto anche il rinnovo di alcuni protocolli “Mille occhi sulla città” che intensificano la collaborazione, attraverso una circolazione più veloce delle informazioni, tra gli Istituti di vigilanza e le forze di polizia. Al riguardo, è stata segnalata l’opportunità di avere un quadro quanto più esaustivo possibile della presenza e dei servizi degli istituti di vigilanza sul territorio provinciale al fine di garantire la migliore dislocazione e razionalizzazione sul territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi Acer, comportamenti arroganti e convivenza difficile

IlPiacenza è in caricamento