Regione, nuovo accordo qualità aria: giovedì senza auto

Avrà durata biennale e le limitazioni al traffico partiranno l'1 novembre. In arrivo le prime 60 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. "Siamo di fronte all'ultimo degli accordi così come li abbiamo conosciuti fino ad ora - ha spiegato l'assessore regionale all'Ambiente Sabrina Freda - per il futuro avremo la possibilità di raccordare i nostri provvedimenti a un Piano nazionale"

Tornano a partire dall'1 novembre le misure per combattere smog e polveri sottili, previste dall'Accordo per la qualità dell'aria firmato oggi a Bologna tra Regione, Province, Comuni capoluogo e Comuni con più di 50mila abitanti. Rispetto alle precedenti intese, l'Accordo 2010-2011 presenta però una novità: avrà durata biennale (varrà dunque anche per la stagione 2011-2012) e sarà una sorta di accordo "ponte" a fronte del mutato quadro di riferimento nazionale. E' di poche settimane fa infatti il Decreto legislativo n.155 dell'agosto 2010, con cui il Governo ha recepito la direttiva europea 2008/50/CE, e che prevede per la prima volta la possibilità di adottare misure anti smog anche a livello nazionale, agendo dunque anche sull'inquinamento che proviene da fonti extraregione.

"NEL FUTURO INTERVENTI NAZIONALI" - "Siamo di fronte all'ultimo degli accordi così come li abbiamo conosciuti fino ad ora - ha spiegato l'assessore regionale all'Ambiente Sabrina Freda - per il futuro avremo la possibilità di raccordare i nostri provvedimenti a un Piano nazionale. E' un'opportunità da costruire insieme agli Enti locali e che ci dà la possibilità di lavorare su scala di bacino, in sinergia con le altre Regioni, per ottenere quei risultati che l'Europa ci chiede. Ovviamente la politica nazionale deve impegnare anche le risorse necessarie". "L'inquinamento urbano è un problema che non può essere affrontato solo sul piano locale e dunque sarebbe fondamentale un intervento straordinario di carattere nazionale alimentato da risorse e interventi che producano ricadute reali - ha aggiunto lì assessore alla Mobilità Alfredo Peri - Non possiamo però non sottolineare che gli sforzi che facciamo rischiano di essere minacciati dai tagli pesanti che hanno colpito il settore del trasporto pubblico. Tagli che non sono sostenibili. Abbiamo chiesto al Governo di riaprire il confronto per introdurre delle modifiche. Altrimenti invece di risparmiare si spenderà di più, perché muoversi diventerà più complicato, le nostre città peggioreranno e i costi ambientali aumenteranno".

MOBILITA' SOSTENIBILE - Come i precedenti, anche l'Accordo 2010-2011 prevede accanto a provvedimenti di limitazione della circolazione, misure a carattere strutturale per incentivare una mobilità più sostenibile e rispettosa dell'ambiente. In particolare per la prima volta è previsto un intervento strutturale sull'elettrico. Nelle prossime settimane verrà infatti firmato un accordo con Enel per installare le prime 60 colonnine per la ricarica dei veicoli. Si partirà da Reggio Emilia, Bologna, Imola e Rimini, per arrivare a tutti i capoluoghi di provincia e alle principali città sopra i 50mila abitanti. "Scommettiamo su un mercato che è in crescita e vogliamo arrivare preparati all'appuntamento dei prossimi anni, innanzi tutto con una rete di ricarica funzionale - ha detto Peri - per questo abbiamo attivato tavoli analoghi anche con Hera e Iren".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE LIMITAZIONI - L'accordo 2010-2011 prevede anche interventi sulla mobilità ciclabile, in particolare l'assessore Freda ha ricordato il programma per completare e collegare tra loro gli attuali percorsi ciclabili urbani, puntando a creare piste riservate alle bici tra le città e i parchi periurbani. E' inoltre in fase di attuazione il nuovo sistema tariffario integrato Stimer, per rendere più accessibile e attrattivo il trasporto collettivo: la tessera "Mi muovo" diventerà così una vera e propriaLo stop ai mezzi più inquinanti (dalle 8,30 alle 18,30 - dal lunedì al venerdì) andrà, nella stagione 2010-2011, dall'1 novembre al 31 marzo, mentre nella stagione 2011-2012 i provvedimenti partiranno dall'1 ottobre. In entrambi i casi non potranno circolare i veicoli a benzina precedenti l'euro 1, i diesel pre-euro 2, i ciclomotori e motocicli a due tempi anch'essi pre-euro 1 anche se con bollino blu, i mezzi commerciali precedenti l'euro 3 ovvero non dotati di sistemi di abbattimento del particolato. Dal 7 gennaio 2011 al 31 marzo 2011 lo stop settimanale verrà esteso anche alle auto diesel euro 2 non dotate di sistemi di abbattimento del particolato. Questo provvedimento nella successiva stagione 2011-2012 riguarderà l'intero periodo, vale a dire dall'1 ottobre al 31 marzo. Confermati - per entrambe le stagioni, dopo la pausa natalizia - anche i giovedì senz'auto: dal 7 gennaio 2011 e dal 7 gennaio 2012, sempre dalle 8,30 alle 18,30, dovranno rimanere in garage anche le auto benzina e diesel pre-euro 4 e i ciclomotori e motocicli pre-euro 2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento