Anche la Besurica vuole sicurezza, al via il progetto di Metronotte Piacenza

Il servizio prevede quattro ispezioni nell'arco delle 24 ore a controllo delle abitazioni che hanno aderito all'iniziativa. I passaggi, svolti sempre ad orari differenti, hanno il fine di aumentare la sicurezza nel quartiere

Il servizio, richiesto a gran voce dai portavoce della Besurica nei primi incontri con Metronotte Piacenza avvenuti ad agosto 2016, ha avuto inizio lo scorso 15 ottobre. Prevede quattro ispezioni nell'arco delle 24 ore a controllo delle abitazioni che hanno aderito all’iniziativa. I passaggi, svolti sempre ad orari differenti, hanno il fine di aumentare la sicurezza nel quartiere, attraverso la verifica dell'eventuale presenza di vetture o persone sospette e di anomalie presso le abitazioni della zona.

Oltre al servizio ispettivo, il progetto prevede la possibilità per i residenti di collegare il proprio impianto di allarme alla Centrale Operativa dell'Istituto di vigilanza che, in caso di emergenza, invierà tempestivamente una pattuglia per il controllo. Infine, l'iniziativa prevede anche la possibilità di dotarsi di telecomandi antirapina/antiaggressione in grado di attivare una procedura di pronto intervento diretto 24 ore su 24. 

E’ inoltre disponibile un numero unico di emergenza - 0523.0102 - attivo H24, a disposizione degli aderenti al servizio per richiedere in caso di necessità, il pronto intervento delle pattuglie dell’Istituto presenti sul territorio con un tempo d’intervento medico nell’ordine di qualche munito. Sono davvero tante le famiglie che hanno già aderito. Questo progetto segue una serie di analoghe iniziative che hanno già trovato applicazione negli ultimi anni a Borgotrebbia, San Lazzaro, Vallera, Mucinasso, Montale, San Nicolò, Valconasso, Castelnuovo Fogliani, Rivalta, Niviano, Travo e altri quartieri di Piacenza. Si legge in una nota di Metronotte Piacenza. 

La sinergia con le forze dell'ordine, unita a questo servizio studiato ad hoc per ogni singola realtà, ha fatto sì che in quelle zone i tentativi di furto siano diminuiti drasticamente rispetto ai periodi precedenti alle iniziative, ottenendo grandi benefici in termine di sicurezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento