Ancora finto agente immobiliare in azione, truffati due fratelli

Truffati da un finto agente immobiliare che li ha raggirati facendo credere loro di aver fermato, con una caparra, un appartamento in affitto. La vittima un'insegnante 60enne e il fratello. I carabinieri della Levante stanno indagando

Immagine di repertorio

Truffati da un finto agente immobiliare che li ha raggirati facendo credere loro di aver fermato, con una caparra, un appartamento in affitto. E' successo qualche giorno fa in città: un'insegnante 60enne originaria della Calabria trasferita a Piacenza per il nuovo anno scolastico aveva trovato sul portale Subito.it alcune offerte per appartamenti in affitto e ha chiamato il numero di cellulare a margine di un annuncio. Poche ore dopo la donna ha incontrato quella che poi è risultata essere un finto agente immobiliare. La truffatrice ha redatto un finto contratto di locazione, ha portato la 60enne e il fratello a vedere da fuori la casa scelta, un appartamento in piazza Borgo, e infine si è fatta consegnare 100 euro come caparra. Il giorno dopo non si è presentata all'appuntamento fissato con i due facendo perdere le proprie tracce. I fratelli a quel punto hanno capito di essere stati truffati e si sono rivolti ai carabinieri della stazione Levante e hanno fatto denuncia. I militari hanno avviato le indagini. Probabilmente la truffatrice è la stessa che ha raggirato già diverse persone a Piacenza negli ultimi tempi e potrebbe trattarsi di una 33enne lodigiana, pluripregiudicata e già denunciata per aver messo a segno anche a Lodi truffe simili. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento