Cronaca

Ancora incendi dolosi in città: il piromane colpisce tre volte in un'ora

Il primo in via Falconi (Peep) alle 22 circa, il secondo nel parcheggio di viale Malta e il terzo sulla ciclabile di viale Patrioti poco dopo le 23. In fiamme siepi, sterpaglie, piante e vegetazione varia. Sul posto i pompieri, la polizia e i carabinieri

Tre incendi dolosi in un'ora in tre punti diversi della città: il primo in via Falconi (Peep) alle 22 circa, il secondo nel parcheggio di viale Malta e il terzo sulla ciclabile di viale Patrioti. Nel mirino del piromane sono finite sterpaglie, siepi, piante e vegetazione varia. In via Falconi ha dato fuoco a circa 5 metri di siepe, nel parcheggio della questura invece ha incendiato parte di una recinzione di plastica e la vegetazione antistante ai caseggiati abbandonati. Ad accorgersi delle fiamme alcuni poliziotti che stavano smontando dal turno e che hanno immediatamente dato l'allarme. I pompieri hanno agilmente spento le fiamme prima che il rogo potesse propagarsi, contestualmente sul posto sono arrivati i colleghi e i carabinieri del Radiomobile. Gli agenti hanno fermato e controllato un uomo che si aggirava nel parcheggio ma pare che non sia collegato all'episodio. Il terzo incendio invece è stato più difficile da spegnere perché si esteso per circa 30 metri quadrati e ha interessato parte della vegetazione secca che costeggia la ciclabile di viale Patrioti e che confina con alcuni giardini sul retro delle abitazioni, addirittura le fiamme hanno lambito un piccolo casottino di legno ma i vigili del fuoco hanno scongiurato il propagarsi del rogo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Questi tre incendi dolosi vanno ad allungare la lista già molto lunga e che nelle ultime settimane ha visto un'impennata. Dai cassonetti alla Galleana ai vari roghi al Peep (ultimo quello in via Marinai d'Italia nel quale è rimasto ustionato un residente, quello più simile invece è di una pianta sempre poco distante). Gli episodi sono tanti e verosimilmente si tratterebbe di persone diverse foss'altro per la zona presa di mira e forse quindi anche il fine è quasi sicuramente differente, ma ciò che li accomuna, vista la frequenza e velocità di esecuzione, è la modalità. Potrebbe trattarsi di soggetti organizzati che si premuniscono di liquido infiammabile a sufficienza per appiccare almeno tre roghi in poco tempo e per non essere visti potrebbero muoversi in bicicletta riuscendo quindi a dileguarsi prima dell'arrivo di pompieri e forze dell'ordine, sempre che non rimangano per qualche attimo ad osservare la propria opera. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora incendi dolosi in città: il piromane colpisce tre volte in un'ora

IlPiacenza è in caricamento