Ancora maxi controlli nei locali: nel mirino Tramvai, Temple e Bàcaro

Dopo il Barino e il Grida Cafè anche il Tramvai, Temple e il Bàcaro sono stati controllati nella serata del 19 maggio. Il maxi controllo è scattato poco dopo le 22, ogni corpo ha effettuato minuziosi controlli e accertamenti per verificare se i vari locali fossero in regola con le normative vigenti

Un momento dei controlli

Dopo il Barino e il Grida Cafè anche il Tramvai, Temple e il Bàcaro sono stati controllati nella serata del 19 maggio. Al dispositivo coordinato dalla questura, hanno partecipato la polizia municipale, i vigili del fuoco, un'unità cinofila della guardia di finanza, l'Asl e l'Ispettorato del Lavoro. Il primo è stato il ristorante Tramvai di via Bottini inaugurato solo pochi giorni fa, poi si è passati al Temple in via Dieci Giugno per terminare al Bàcaro in via Cittadella. Il maxi controllo è scattato poco dopo le 22, ogni corpo ha effettuato minuziosi controlli e accertamenti per verificare se i vari locali fossero in regola con le normative vigenti. Solo il giorno prima stessa sorte era toccata al Barino e al Grida Cafè in piazza Cavalli, prima di questi erano stati passati a setaccio anche il Kiosko di via Dei Pisoni, la Chiesetta a San Lazzaro e il Madhouse alla Veggioletta. Si tratta - fanno sapere dalla questura  - di controlli privi di finalità vessatoria, anzi, servono a far capire che gli esercizi devono rispettare le normative previste, e invogliare i gestori ad adeguarsi alla legge».

«Siamo lieti di confermare che dai controlli che sono stati effettuati nel nostro locale non sono emerse irregolarità di alcun genere - spiega Enrico Giorgetti, titolare del Tramvai - solo mancavano appesi i cartelli con il divieto di fumo. Per il resto è risultato fortunatamente tutto regolare, e anche alcuni ispettori si sono complimentati con noi per questo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento