Venerdì, 19 Luglio 2024
Vani i soccorsi / Coli

Tragedia in Trebbia, il figlio non riemerge e il padre si tuffa per salvarlo: muoiono entrambi

I Ioro corpi sono stati trovati dai sommozzatori dei vigili del fuoco nelle acque del fiume tra Donceto e Perino in prossimità del ponte che dalla Statale porta alla Pietra Parcellara

Purtroppo le ricerche di padre e figlio in Trebbia si sono concluse nel peggiore dei modi: i loro corpi sono stati trovati dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Bologna nelle acque del fiume. Si tratta di un 60enne e un 25enne dello Sri Lanka, che assieme alla famiglia stavano trascorrendo la bella giornata di sole in Trebbia a Donceto sulla spiaggia di Rondanera nei pressi del ponte che dalla Statale 45 porta verso la Pietra Parcellara.

Da quanto ricostruito il padre non vedendo riemergere il figlio dopo un tuffo si sarebbe buttato per salvarlo e invece entrambi hanno trovato la morte. I famigliari e i bagnanti hanno immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto quindi si sono precipitati i vigili del fuoco di Bobbio e i colleghi di Bologna anche con l'elicottero Drago e la squadra di sommozzatori. Con loro i carabinieri di Rivergaro e il 118 con l'auto infermieristica di Bobbio e la Pubblica Assistenza di Travo. I sommozzatori hanno quindi scandagliato le acque, trovando i due corpi poco dopo. Le salme sono poi state portate a riva con il gommone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in Trebbia, il figlio non riemerge e il padre si tuffa per salvarlo: muoiono entrambi
IlPiacenza è in caricamento