Cronaca Ponte dell'Olio / Località Torre Torrano

Lo abbracciano per fare le condoglianze, ma intanto lo derubano

Baby gang nella zona di Pontedellolio. Quattro giovani bussano in casa degli anziani: due li distraggono e due li derubano. Individuato dai carabinieri il presunto leader: ha 15 anni e in passato taglieggiava i compagni di classe che andavano in bagno

Una pattuglia dei carabinieri

In due gli facevano le condoglianze per la morte della sua ex compagna, e mentre lo abbracciavano piangendo, riuscivano a distrarlo in modo che i due complici nel frattempo potessero entrare in casa per derubarlo. La vittima di questo curioso ma deprecabile furto è un 74enne di Torrano di Pontedellolio, che quando ha scoperto le vere intenzioni di quei ragazzini che lo erano andati a trovare, ha subito avvertito i carabinieri.

I militari della stazione di Pontedellolio sono convinti di essere di fronte a una vera baby gang, visto che negli ultimi giorni ci sono stati altri tre episodi simili, sempre ai danni di anziani della zona di Ponte.I militari sono riusciti a individuare il presunto leader del gruppo. Si tratta di un marocchino di soli 15 anni che è stato denunciato per furto e tentato furto. «Ora stiamo indagando per risalire anche all’identità dei complici» spiegano il maggiore Helios Scarpa e il maresciallo Vito Sechi.

Stando a quanto ha dichiarato la vittima del furto, i quattro ragazzini si sono presentati in pieno giorno nel cortile della sua abitazione, chiedendo notizie della donna anziana che vi abitava. Non sapevano che la proprietaria, un’anziana piacentina, era morta di recente. Allora hanno approfittato della situazione per stringersi all’uomo per fargli le condoglianze abbracciandolo e baciandolo. Ma erano lacrime di coccodrillo. In realtà quel modo di fare gli è servito per far girare l’anziano con le spalle alla porta di casa, in modo che gli altri due complici, sicuri di non essere visti, potessero entrare al volo e arraffare circa 800 euro in contanti che l’uomo teneva nel portafogli sopra la mensola.

Dopo un po’, quando il quartetto se ne era già andato da tempo, il 74enne si è accorto di essere stato derubato e ha avvertito i carabinieri. Cosi sono iniziate le indagini, e subito sono emersi i molti punti in comune con altri episodi simili accaduti di recente tra Riva e Torrano. In tutti i casi infatti si tratta di un gruppo di ragazzini che con una scusa (chiedere un’informazione o anche solo un bicchiere d’acqua) suonano alla porta di gente anziana e sola per poi approfittare di un attimo di distrazione per entrare in casa e rubare al malcapitato.

I carabinieri hanno subito individuato il 15enne, visto che si era già distinto l’anno scorso a scuola con alcuni "encomiabili" atti di bullismo: in partica – dicono i carabinieri – era già stato denunciato perché taglieggiava i compagni di scuola, obbligandoli a pagare se volevano andare in bagno a fare pipì.Il minorenne è stato riconosciuto da tutti e quattro gli anziani coinvolti, e per lui è scattata la denuncia alla procura presso il tribunale dei minori di Bologna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo abbracciano per fare le condoglianze, ma intanto lo derubano

IlPiacenza è in caricamento