«Appartamenti nella Corte del '500», architetto condannato

Il professionista denunciato da una società immobiliare: «Non ci ha informato che c'erano i vincoli della Soprintendenza alla Fratesca a Sant'Antonio»

Un architetto piacentino è stato condannato a sei mesi e 200 euro per truffa, oltre a risarcire i danni a una società di Fiorenzuola. Il difensore del professionista, l’avvocato Riccardo Curtarelli, ha annunciato l’appello dopo aver letto le motivazioni della sentenza. L’architetto, secondo le accuse, avrebbe tenuto una condotta che avrebbe ingannato e raggirato la società immobiliare convincendola che si sarebbero potuti realizzare appartamenti alla Fratesca, una corte risalente al 1500 estesa su circa 4.200 metri quadrati, che si trova a Sant’Antonio. La società, costituitasi parte civile con l’avvocato Stefano Piva, non sarebbe però stata informata che esistevano vincoli della Soprintendenza su circa metà dell’area. Secondo Piva, la società ha speso oltre un milione di euro, con la prospettiva di fare un’operazione da 9 milioni che ne avrebbe resi tre.

L’accusa, con il pubblico ministero Arturo Iacovacci, aveva chiesto la condanna dell’architetto a un anno e mezzo. Secondo il pm, il professionista avrebbe insistito sulla società dicendo che era urgente agire e che la volumetria era sufficiente per costruire case. Inoltre, per l’accusa l’architetto era stato pagato 25mila euro proprio per stendere un progetto e il professionista non avrebbe mai parlato di autorizzazioni necessarie.

Diverso il piano della difesa che al termine aveva chiesto l’assoluzione. Curtarelli ha sottolineato che la ditta era tutt’altro che ignorante in fatto di compravendite e che non poteva non sapere che esistessero dei vincoli che avrebbe impedito la costruzione di mini appartamenti. Questo perché la stessa società, che voleva battere sul tempo la ex Piacenza 74 vincitrice di un’asta pubblica, aveva firmato un preliminare di acquisto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’archittetto aveva solo messo in contatto delle persone far di loro e solo dopo il preliminare ebbe un incarico formale. Alcune persone, poi, avevano una prelazione sull’acquisto. La società, ha continuato il difensore, fece sì che chi aveva la prelazione acquistasse la Fratesca senza sborsare un euro per poi rivedere la proprietà. Ora, la società di Fiorenzuola, ha ricordato Curtarelli, sta cercando di vendere l’area al doppio di quella che l’ha pagata. In seguito, la società ritira l’incarico all’architetto, lo denuncia e mostra alcune bozze dei progetti, mai presentati ufficialmente. Il professionista aveva molti disegni ufficiali, mai esposti e mai fatti vedere alla Soprintendenza. “Il mio assistito si era anche detto disponibile a restituire le parcelle - ha concluso Curtarelli - e non ha mai raggirato nessuno”. Il giudice Adele Savastano, però, lo ha condannato a sei mesi e al risarcimento dei danni, in sede civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento