Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Besenzone

Arda: esonda il torrente a San Pietro in Cerro e Besenzone

Le abbondanti piogge e il livello dei fiumi già ai limiti di guardia, hanno provocato ieri l'esondazione del torrente Arda a San Pietro in Cerro e Besenzone. Settanta volontari della Protezione Civile hanno lavorato tutta la notte per impedire all'acqua di invadere il centro abitato

Ieri mattina intorno alle 10.30, a causa delle forti piogge di questi giorni e del livello dei fiumi già ai limiti di guardia, il torrente Arda è esondato in località San Pietro in Cerro e Besenzone. La Protezione Civile di Piacenza ha subito attivato la sala radio in Strada Val Nure, il deposito logistico di Le Mose a Piacenza e ha provveduto ad allestire il campo base avanzato, nella piazza di San Pietro in Cerro.
  Ieri evacuata una cascina e oggi si lavora ancora  

Sul luogo dell'esondazione, sono intervenute 18 squadre della Protezione Civile, composte da una settantina di volontari, aiutati da altre 3 squadre di rinforzo giunte dal Coordinamento di Parma. Controllati gli argini, sul punto di rottura, anche a Carpaneto e San Giorgio.
Nel pomeriggio di ieri, erano a lavoro ancora una cinquantina di volontari per mettere in sicurezza la zona esondata. Per precauzione, è stata evacuata anche una cascina.

L'esondazione è stata contenuta grazie all'azionamento delle pompe idrovore che hanno lavorato tutta la notte per impedire all'acqua di invadere il centro abitato. Provvidenziale, per contenere i danni, anche l'impiego di sacchetti di sabbia e di teli antierosione.
Anche stamattina, le squadre dei volontari della Protezione Civile sono al lavoro nelle zone colpite dall'esondazione, nonostante le condizioni meteo siano migliorate. Si attendono anche rinforzi dal Coordinamento di Reggio Emilia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arda: esonda il torrente a San Pietro in Cerro e Besenzone

IlPiacenza è in caricamento