menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri e l'ambulanza della Croce rossa intervenuti all'Lpr

I carabinieri e l'ambulanza della Croce rossa intervenuti all'Lpr

Armati e incappucciati tendono un agguato al titolare dell'Lpr

Luciano Arici, noto imprenditore piacentino, è stato aggredito all'ingresso della sua ditta in località Cattagnina di Rottofreno. Tre banditi lo hanno minacciato con le armi poi lo hanno colpito alla testa ferendolo. Indagano i carabinieri

Era un'azione premeditata e organizzata quella che intorno alle 23 del 4 settembre ha portato tre individui ad aggredire il noto imprenditore piacentino Luciano Arici, titolare della ditta Lpr di Rottofreno. L'uomo, 65 anni, mentre usciva dalla sua azienda è stato affrontato all'improvviso da tre uomini incappucciati e armati di pistola, e che sembra volessero il contenuto della cassaforte della ditta. Il piacentino però ha opposto resistenza mettendo in fuga i banditi che però lo hanno colpito in testa con il calcio della pistola mandandolo all'ospedale. Le sue condizioni non sono comunque preoccupanti. I malviventi sono però riusciti a impossessarsi di un Suv Audi Q7 di un amico dell'imprenditore che era con lui, ma l'auto sembra sia già stata ritrovata dai carabinieri abbandonata poco distante. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri della stazione di San Nicolò che sono subito intervenuti sul posto insieme ai colleghi della Compagnia di Piacenza.

I tre rapinatori sono entrati in azione poco prima delle 23, scavalcando i cancelli dell'Lpr dopo aver atteso che il titolare uscisse dall'atrio della ditta che si affaccia lungo la via Emilia Pavese, in zona Cattagnina. Armati di pistola gli hanno puntato le armi, sembra intimandogli di condurli alla cassaforte degli uffici. Il 65enne si è però opposto affermando che non c'era alcuna cassaforte, ma a questo punto i banditi lo hanno aggredito colpendolo in testa con il calcio delle armi, ferendolo. Poi si sono fatti consegnare le chiavi dell'auto e sono fuggiti a tutta velocità, seguiti da una seconda vettura, con a bordo un complice. Avvertito il 112, sul posto si sono precipitati i carabinieri e le guardie del servizio di vigilanza, ma i malviventi avevano già fatto perdere le loro tracce sul momento. Nel frattempo il 118 di Piacenza ha inviato sul posto un'ambulanza della Croce rossa di Piacenza che ha trasportato l'imprenditore in ospedale per essere medicato e visitato. Non sembra però che i colpi ricevuti in testa gli abbiano causato lesioni gravi. Ora i carabinieri sono al lavoro per rintracciare i banditi, che sembra abbiano abbandonato l'Audi vicino a Rottofreno. Sembra che le telecamere di sorveglianza esterne abbiano ripreso i tre malviventi e l'aggressione all'imprenditore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento