Arrestati due 60enni "coltivatori" atipici: avevano un campo di marijuana dietro casa

"Erba di Grace" in salsa piacentina. Loro sono due insospettabili coniugi, 60enni, incensurati, in pensione. Il segreto dietro casa? Una vera e propria coltivazione di marijuana «professionale» in una cascina vicino a Podenzano. La polizia ha sequestrato giovedì scorso 7mila euro di erba. «Arrotondavamo la pensione», si sono giustificati. Tutti i particolari e foto

marijuana_5Erba di Grace in salsa piacentina. Ricordate quel film inglese del 2000, in cui un'insospettabile Brenda Blethyn, distinta signora di mezza età dall'aplomb tutto british, scopriva il piacere - o meglio, il lucro - della coltivazione della marijuana? Bene, qualcosa di simile è accaduto nelle vicinanze di Podenzano. "Coltivatori" atipici da filiera corta, stavolta, sono due coniugi piacentini di 60 anni, incensurati, rispettabilissimi pensionati. Con un segretino, però.

UN CAMPO DIETRO CASA - La squadra mobile (sezione narcotici) della polizia, infatti, ha scoperto giovedì scorso dietro casa loro una vera e propria coltivazione "professionale" di marijuana. Un campo di una ventina di metri quadri. Finita la stagione estiva, inoltre, avevano già impiantato nel solaio della cascina una sorta di serra improvvisata, in cui far crescere le piantine di cannabis anche in inverno. Sul posto, gli uomini della narcotici hanno trovato 700 grammi (dal valore di circa 7mila euro, nelle foto) di infiorescenze pronte alla vendita, già essicate.
  I coniugi, con ogni probabilità, coltivavano da molto tempo: un'attività illegale che rendeva migliaia di euro al mese  

GIOVANI TRA I CLIENTI
- Loro sono F.G. e A.R., nati nel 1950 e nel 1949. Il marito era operaio. Hanno dei figli che vivono e lavorano fuori Piacenza. I poliziotti sono arrivati a loro grazie a meticolose attività d'indagine, anche con appostamenti mirati. Tra i loro clienti principalmente ragazzi giovani: vendevano sia al dettaglio sia quantità più grosse da spacciare successivamente. Marito e moglie sono stati arrestati per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostante stupefacenti.

«NON ARRIVIAMO A FINE MESE» - Quando è stato chiesto loro motivazioni di tale "coltura", hanno allargato le braccia: «Non ce la facciamo ad arrivare a fine mese con la pensione», si sono giustificati. Un business, in ogni modo, che permetteva loro di arrotondare mensilmente con diverse migliaia di euro. E' da ritenere che da parecchio tempo producessero cannabis. Tra le altre cose, mentre i poliziotti sequestravano il tutto, al telefonino dei coniugi è arrivato un sms con un'"ordinazione": ovviamente andata a vuoto. 

marijuana_7 
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento