Arrestati i sobillatori di via Corneliana: l'accusa è di tentato omicidio

Individuati dalla Squadra Mobile di Piacenza i quattro cittadini sudamericani responsabili della rissa di ieri sera in via Corneliana. Sono stati arrestati per tentato omicidio: hanno sparato con un'arma illegale, 5 colpi di pistola. Il ferito più grave è stato appena operato

Sono stati individuati e arrestati in meno di ventiquattro ore dalla Squadra Mobile di Piacenza, i quattro cittadini sudamericani responsabili della violenta rissa avvenuta ieri sera in via Corneliana.

Si tratta di un peruviano e tre ecuadoriani: secondo le ricostruzioni della polizia, avrebbero raggiunto il gruppo di connazionali che giocava a pallone e li avrebbero minacciati con la pistola.
  Dall'arma con la matricola abrasa sono stati esplosi cinque colpi  

I quattro uomini sono stati tratti in arresto oggi, l'accusa per loro è pesantissima: tentato omicidio ai danni di E.R.V.J. , 29 anni, ridotto in fin di vita. Fino alle 16 di oggi, era ancora in sala operatoria presso il reparto di Cardiochirurgia del Maggiore di Parma.

Le confessioni rese dagli interrogati, hanno permesso agli agenti della Mobile coordinati dal commissario Stefano Vernelli, di recuperare anche l'arma. Nella fuga, i quattro, l'avevano buttata sulla strada che da Piacenza porta a Ponte dell'Olio. Con l'ausilio dei vigili del fuoco e di una cellula fotoelettrica, la polizia è riuscita a ritrovarla questa notte stessa.

Si tratta di una pistola a tamburo calibro 6, arma sicuramente italiana, sottoposta a punzonatura nel 1976. Aveva però, la matricola abrasa, che ne denuncia la sua origine clandestina. “I quattro sudamericani” ha spiegato il commissario Vernelli, “potevano essere arrestati anche solo per la detenzione illegale dell'arma”.

Dalla pistola, sono stati esplosi 5 colpi, lo ha stabilito la polizia dai rilievi sul tamburo dell'arma. Segno, questo, che i ragazzi erano ben consapevoli dell'azione che stavano commettendo.
  Tre degli arrestati sono già in carcere, un quarto ancora in ospedale ma non è grave  

In questo momento, tre di loro si trovano alle Novate, in carcere. Un quarto, il cittadino peruviano, si trova ancora in ospedale a Piacenza, perchè nella rissa aveva ricevuto diverse coltellate. Non è grave, ma i medici lo tengono ancora sotto osservazione.

Sarà il Gip, nei prossimi giorni, a convalidare il fermo del gruppo, per ora unico responsabile dell'episodio di via Corneliana. Uno di loro, il trentenne proveniente da Milano, è stato anche raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare per violenza sessuale di gruppo, pervenuta direttamente dalla Questura di Milano.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento