Sfruttava transessuali, 2mila euro al mese per il "marciapiede"

Arrestato brasiliano 45enne - con altre 3 persone -, residente in via Roma: sfruttava transessuali chiedendo loro un "canone" di 2mila euro al mese per una fetta di marciapiede nella zona della Caorsana

Transessuali sfruttati e obbligati a pagare mensilmente migliaia di euro per un pezzo di marciapiede. E' questo il sistema messo in piedi da un brasiliano di 45 anni, Wagner Costa residente in via Roma, che è stato arrestato grazie a una brillante indagine condotta in collaborazione tra i carabinieri del Nucleo operativo di Piacenza e gli agenti della polizia municipale di via Rogerio.

LE INDAGINI - Insieme a lui sono finite nei guai altre tre persone, tutte raggiunte da ordinanze di custodia cautelare emesse dal giudice per le indagini preliminari di Piacenza. Le accuse vanno dallo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, fino a traffico di sostanze stupefacenti. Le indagini sono iniziate lo scorso autunno grazie a un transessuale che ha deciso di ribellarsi a questo sistema, rivolgendosi ala polizia municipale. Insieme ai militari di viale Beverora sono quindi iniziati pedinamenti, intercettazioni e servizi in borghese grazie ai quali è stato ricostruito il sistema messo in piedi da Wagner.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL CANONE "PER IL MARCIAPIEDE" - In pratica, chi arrivava dal Sudamerica e voleva prostituirsi nella zona della Caorsana o dell'Ikea - tradizionalmente luogo privilegiato per i transessuali - era obbligato a chiedere una sorta di autorizzazione a Costa, che concedeva una fetta di marciapiede in affitto. In cambio dovevano versare mensilmente mille o duemila euro, ai quali si aggiungevano altri soldi per chi voleva acquistare cocaina o Viagra da offrire ai clienti. Non solo, ma i transessuali, tutti clandestini, dovevano anche partecipare a dei festini che venivano organizzati sempre per fare soldi. Ma la Municipale e i carabinieri hanno raccolto le prove di questa attività illecita, e grazie al coordinamento del sostituto procuratore Antonio Colonna hanno ottenuto tre custodie cautelari in carcere (una per Wagner e le altre due per un altro brasiliano e per un tunisino che procurava la droga) e una agli arresti domiciliari per un milanese residente a Piacenza che fungeva da "factotum" per conto del 45enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento