Al via il processo

Nascondeva la droga nelle scarpe per portarla al fratello in carcere

Aveva trovato il modo per far entrare droga in carcere con un metodo molto semplice ma efficace,  purtroppo per lui è stato notato, bloccato e arrestato. I fatti risalgono al 2018 e sono approdati in tribunale il 1 aprile 2022. Nelle scarpe identiche a quelle del fratello detenuto hascisc.

Aveva trovato il modo per far entrare droga in carcere con un metodo molto semplice ma efficace,  purtroppo per lui è stato notato, bloccato e arrestato. I fatti risalgono al 2018 e sono approdati in tribunale il 1 aprile 2022, nei guai un tunisino difeso dall'avvocato Lauretta Alberti. Chiamati come testi dell'accusa il sostituto commissario della polizia penitenziaria Giovanni Marro e altri due colleghi che hanno spiegato al giudice Alessandro Rago (pm Antonio Rubino) i fatti per i quali si procede. Il tunisino, residente nel Ravennate,  - secondo l'accusa - in una visita al fratello detenuto alle Novate si era presentato con un paio di scarpe da ginnastica identiche a quelle del fratello ma nelle sue, nella suola, erano nascosti poco più di 70 grammi di hascisc. Durante il colloquio nella sala comune predisposta e sorvegliata, mentre gli altri detenuti parlavano con i propri congiunti, i due seduti uno di fronte all'altro ad un tavolo, stavano per mettere in atto il loro piano. Questo consisteva nello sfilarsi le scarpe per poi scambiarsele, in questo modo il detenuto si metteva ai piedi le calzature "imbottite". Il gesto contemporaneo dei due però non è passato inosservato ad un agente che li ha fermati. Il fratello è in visita è stato invitato a sfilarsi le sneakers che non aveva fatto in tempo a togliersi del tutto e queste sono state ispezionate. Di lì l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio aggravata dal fatto di aver tentato di cederla in un carcere. Il fratello è stato denunciato in concorso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva la droga nelle scarpe per portarla al fratello in carcere
IlPiacenza è in caricamento