Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Autocertificazione per andare al supermercato, ma era una scusa per comprare cocaina

Due piacentini fermati dai carabinieri di Rivergaro vicino a via Manfredi dopo aver acquistato dosi dallo spacciatore: erano usciti di casa con la scusa della spesa. In manette anche i due pusher

La droga sequestrata dai carabinieri di Rivergaro

Sull'autocertificazione avevano scritto che erano usciti di casa per stato di necessità, ovvero per fare la spesa. E al supermercato effettivamente ci sono andati, ma non per acquistare generi alimentari di prima necessità, bensì dosi di cocaina. A scoprire tutto sono stati i carabinieri della stazione di Rivergaro che hanno bloccato due piacentini di 28 e 48 anni che avevano appena acquistato delle dosi di droga. I militari comandati da luogotenente Roberto Guasco li hanno sorpresi sul retro di un supermercato nella zona di via Manfredi. Sono stati segnalati come assuntori di stupefacenti alla prefettura, e ovviamente anche denunciati per l'articolo 650 del Codice penale per essere usciti di casa, violando le normative anticontagio da Coronavirus emanate dal Governo.
I carabinieri hanno anche arrestato gli spacciatori: sono due nordafricani di 28 e 35 anni che ora sono agli arresti domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autocertificazione per andare al supermercato, ma era una scusa per comprare cocaina

IlPiacenza è in caricamento