Asilo della Farnesiana, al via i processi per minacce alle maestre

Giudice di pace. Imputate le persone che, su Facebook, avevano scritto post minatori dopo l’inchiesta sui presunti maltrattamenti ai bimbi

Sono cominciati, al Giudice di pace, i primi processi nei confronti degli imputati che avrebbero minacciato su Facebook le maestre dell’asilo Farnesiana. Almeno otto persone si sono aggiunte, quindi, alle oltre cento già condannate per diffamazione sempre per aver pubblicato post offensivi verso le due docenti subito dopo la notizia dell’inchiesta per maltrattamenti.

In questo caso, secondo le ipotesi dell’avvocato Vittorio Antonini, non si sarebbe trattato solo di insulti ma ci sarebbe stata la volontà di minacciare le donne. Le indagini vennero chiuse nel febbraio di quest’anno. Il sostituto procuratore Antonio Colonna ha ipotizzato i reati di maltrattamenti per le insegnanti Paola Vezzulli (difesa dagli avvocati Luigi Alibrandi e Vittorio Antonini), Giulia Rossi (assistita da Monica Magnelli) e Paola Cherubino. (difesa da Paolo Fiori). Di abuso di mezzi di correzione dovrà rispondere Claudia Contini, difesa da Sergio Castagnetti. Diverse famiglie hanno manifestato l’intenzione di costituirsi parte civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le maestre vennero arrestate dai carabinieri il 25 maggio del 2017. Grazie a telecamere nascoste, sarebbero stati ripresi alcuni episodi di maltrattamenti sui bambini con schiaffi, insulti. Per il possibile processo, potrebbe poi presentarsi una situazione particolare. A svolgere le indagini furono i carabinieri della stazione Levante. Alcuni di loro, però, sono stati arrestati durante la recente operazione che ha smantellato un gruppo di carabinieri e di spacciatori che, d’accordo, rivendevano parte della droga sequestrata. I militari coinvolti, dunque, potrebbero essere chiamati a testimoniare in aula.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento