Assalto all'Ubi di Gragnano, rapinatori arrestati in autostrada a Torino

Sono stati bloccati e arrestati i tre rapinatori, dal forte accento meridionale, che nel pomeriggio del 13 febbraio hanno assaltato l'Ubi a Gragnano. La polizia di Torino li ha bloccati al casello di Torino Rondissone sull'A4. Recuperata anche la refurtiva

I carabinieri davanti alla banca rapinata

E' durata poco la fuga dei tre rapinatori, dal forte accento meridionale, che nel pomeriggio del 13 febbraio hanno assaltato la banca popolare Ubi in via Roma a Gragnano. Sono stati fermati in serata dalla polizia nel Torinese. Sono stati arrestati e la refurtiva recuperata, circa 26mila euro in contanti. Il commando è entrato in azione alle 15.40, uno dei tre, l'unico non travisato, si è fatto aprire le porte dell'isituto di credito e poi ha fatto passare gli altri due complici a volto coperto. Una volta dentro con un cutter hanno minacciato la direttrice, una dipendente e una cliente tenendole in ostaggio per più di mezz'ora, fino all'apertura della cassaforte temporizzata. In pochi minuti hanno arraffato 26mila euro e sono scappati a bordo di un'auto. Immediatamente i carabinieri della compagnia di Piacenza hanno avviato le indagini acquisendo tutti i filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. In serata la polizia li ha bloccati al casello autostradale di Torino Rondissone sull'A4 nel Torinese. Ora sono in stato di arresto e il bottino recuperato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento