Attività venatoria, Trespidi e Ghilardelli incontrano in Provincia i Cobas della caccia

La Provincia: “In corso valutazioni sulle proposte pervenute da tutte le associazioni venatorie”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi e l'assessore alla Tutela faunistica Manuel Ghilardelli hanno incontrato nei giorni scorsi i rappresentanti del comitato cacciatori di Piacenza (Cobas caccia). Durante il confronto i rappresentanti dei Cobas (Giovanni Bertaglia, Daniele Ottola, Germano Lovotti e Cesare Calza) hanno ribadito all'Amministrazione provinciale la richiesta di ridurre il numero degli Ambiti territoriali di caccia (da 11 a 4) nell'ambito di una revisione generale del sistema. In secondo luogo ancora i Cobas hanno suggerito alla Provincia la possibilità di incentivare gli agricoltori ad allevare in aree protette le lepri da mettere poi a disposizione dei cacciatori, evitando così l'immissione di selvaggina extra-provinciale per l'attività venatoria.

“Le proposte dei rappresentanti del Comitato Cacciatori di Piacenza – hanno dichiarato al termine dell'incontro Trespidi e Ghilardelli – saranno valutate dall'Amministrazione provinciale anche in rapporto alle sollecitazioni in arrivo dalle altre associazioni del territorio”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento