rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

"Bambinisenzasbarre" in Cattolica: 100mila i giovani con i genitori in carcere

Sono 100mila i bambini e gli adolescenti che ogni anno entrano nelle carceri italiane per incontrare la mamma o il papà. Dei loro diritti e della loro tutela si parlerà in Cattolica, a Piacenza, venerdì 11 dicembre alle 11 con Lia Sacerdote, presidente di "Bambinisenzasbarre"

Sono 100mila i bambini e gli adolescenti che ogni anno entrano nelle carceri italiane per incontrare la mamma o il papà. Dei loro diritti e della loro tutela si parlerà in Cattolica, a Piacenza, venerdì 11 dicembre alle 11 con Lia Sacerdote, in un incontro organizzato nell'ambito del corso di laurea magistrale in Progettazione pedagogica nei servizi per minori della facoltà di Scienze della formazione della Cattolica di Piacenza.

Lia Sacerdote è presidente di "Bambinisenzasbarre", associazione milanese da 11 anni impegnata nei processi di sostegno psicopedagogico alla genitorialità in carcere con un'attenzione particolare ai figli. La Onlus "Bambinisenzasbarre" ha appena concluso la campagna nazionale di sensibilizzazione e raccolta fondi "Non un mio crimine, ma una mia condanna" che ha dato voce e visibilità a questi bambini e ai loro bisogni senza per questo stigmatizzarli, bisogni accolti anche negli "Spazi Gialli" creati da Bambinisenzasbarre.

A marzo 2014, inoltre, "Bambinisenzasbarre" ha firmato con il Ministero della Giustizia e l'Autorità Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza un protocollo d'intesa a tutela dei diritti dei bambini che entrano nelle carceri italiane, che riconosce formalmente il diritto di questi minorenni alla continuità del proprio legame affettivo con il genitore detenuto.

L'incontro con Lia Sacerdote sarà condotto da Stefania Mazza e Anna Paratici, referenti dei tirocini della facoltà di Scienze della formazione piacentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bambinisenzasbarre" in Cattolica: 100mila i giovani con i genitori in carcere

IlPiacenza è in caricamento