rotate-mobile
Cronaca Strada di Mortizza

Bimbo morto durante una festa, piena assoluzione per il presidente della Coop di Mortizza

Il piccolo era morto, per una presunta folgorazione, nell'estate del 2016. Il giudice Bussi: «Assolto perché il fatto non sussiste»

«Assolto perché il fatto non sussiste». Così, nella tarda mattinata del 15 luglio, si è concluso il primo grado di giudizio del processo per la morte del bambino di quattro anni avvenuta la sera del 16 luglio del 2016 durante una festa a Mortizza per una presunta folgorazione. Sul banco degli imputati, con l'accusa di omicidio colposo, c'era Giuseppe Dossi, presidente della “Mortizza società cooperativa” che, al termine del dibattimento, è stato assolto con formula piena dal giudice Gianandrea Bussi. Il pm Monica Bubba lo scorso febbraio durante la sua requisitoria aveva chiesto una pena di un anno, mentre la difesa, con l'avvocato Alessandra Salvadè, aveva chiesto l'assoluzione per mancanza di prove circa le cause della morte del piccolo. Ovviamente, dopo la lettura della sentenza di assoluzione, grande soddisfazione per Dossi che è scoppiato in un pianto liberatorio in aula.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo morto durante una festa, piena assoluzione per il presidente della Coop di Mortizza

IlPiacenza è in caricamento