menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte foto: www.qualitascuola.com

Fonte foto: www.qualitascuola.com

Bando per borse di studio, le domande si dovranno presentare entro il 4 marzo

Le domande dovranno essere presentate da uno dei genitori o da chi ha la tutela legale del minore, oppure dallo studente stesso se maggiorenne

La Provincia ha aperto il bando per le borse di studio relavito all'anno scolastico 2015/2016: le richieste si potranno inviare fino alle 13 del 4 marzo, orario di chiusura del bando. Le domande dovranno essere presentate da uno dei genitori o da chi ha la tutela legale del minore, oppure dallo studente stesso se maggiorenne e dovranno essere inviate alle segreterie delle scuole o dei centri di formazione professionale frequentati, che poi provvederanno a trasmetterle alla Provincia per l'istruttoria.

Ecco i dettagli: 

Sono stati aperti i termini di presentazione delle domande per il bando provinciale delle borse di studio a partire dal 27 gennaio.

Con Determinazione Dirigenziale n. 36 del 25/01/2016 del Servizio "Lavoro, Formazione e Istruzione. Servizi alla persona" della Provincia, relativa all'approvazione del Bando provinciale delle Borse di Studio per l'anno scolastico 2015/2016, si sono aperti i termini di presentazione delle domande a partire dal 27 gennaio.

Il bando si chiuderà alle ore 13 del 4 marzo 2016.

Le domande dovranno essere presentate da uno dei genitori o da chi ha la tutela legale del minore, oppure dallo studente stesso se maggiorenne, presso le segreterie delle scuole o Centri di formazione professionale frequentate, che poi provvederanno a trasmetterle alla Provincia per l’istruttoria.

Il riferimento è la deliberazione di Giunta Regionale n. 2009 del 10/12/2015 con cui la regione ha approvato i requisiti per l'assegnazione delle borse di studio per l'anno 2015/2016 (All. "A").

I destinatari del presente Bando sono:

studenti frequentanti le prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado, statali, private paritarie e paritarie degli EE.LL.;

studenti iscritti al secondo anno dell'IeFP presso un organismo di formazione professionale accreditato per l'obbligo di istruzione che opera nel sistema regionale IeFP;

studenti iscritti alle prime due annualità dei progetti personalizzati dell'IeFP di cui al comma 2, art. 11 della L.R. 5/2011 presso un organismo di formazione professionale accreditato per l'obbligo di istruzione che opera nel sistema regionale IeFP,

residenti in Emilia Romagna, nella provincia di Piacenza in possesso dei requisiti di legge con riferimento alla situazione economica della famiglia di appartenenza (ISEE fino ad € 10.632,94 – REDDITI 2014).

Inoltre, informazioni in merito al bando sono reperibili presso:

le segreterie delle scuole di riferimento

gli organismi di formazione professionale accreditati per l'obbligo di istruzione che operano nel sistema regionale IeFP;

il Servizio "Lavoro, Formazione e Istruzione. Servizi alla persona" della Provincia di Piacenza – Responsabile del Procedimento: dottoressa Marinella Maffi telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, il lunedì e mercoledì anche al pomeriggio dalle 15 alle 17 ai numeri 0532-795820 – 795844 e-mail: borsestudio@provincia.pc.it

l'U.R.P. della Provincia di Piacenza – via Garibaldi, 50 - 29121 Piacenza (tel. n. 0523/795444 oppure 0523/795346, n. fax 0523/795434, e-mail: urpel@provincia.pc.it);

il Comune di residenza del richiedente;

Il sito internet della Provincia di Piacenza www.provincia.pc.it- "Sezione – Politiche Scolastiche – (LINK UTILI – Borse di Studio a.s. 2015/2016)".

l’URP della Regione Emilia-Romagna: n. verde 800/66.22.00.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento