menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Patrizia Barbieri

Patrizia Barbieri

Barbieri scrive a Conte: «Le chiusure in Lombardia creano timori nel nostro territorio»

La lettera del sindaco di Piacenza e presidente della Provincia al premier: «L’ordinanza di Fontana che ha chiuso i centri commerciali nel weekend crea timori nel nostro territorio»

Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza e presidente della Provincia, scrive al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in merito all’evolversi della pandemia. La missiva è stata inviata anche al ministro della salute Roberto Speranza, a quello dell’interno Luciana Lamorgese, al presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e a quello della Lombardia Attilio Fontana. «Nella mia qualità di sindaco e presidente della Provincia di Piacenza – è la lettera di Barbieri - intendo sottoporre alla vostra attenzione una situazione grave che può creare ripercussioni sul territorio piacentino già pesantemente colpito dalla epidemia Covid. L’ordinanza assunta nei giorni scorsi dal presidente della Regione Lombardia Fontana che, tra le altre cose, prevede la chiusura dei centri commerciali non essenziali nel week-end, sta creando allarme e fondati timori sul territorio dalla scrivente rappresentato, poiché si rischia ciò che purtroppo è accaduto nel febbraio scorso, quando tanti lombardi si riversavano sul Piacentino favorendo così contatti che hanno portato ad un incremento notevole del contagio».

«Faccio notare che il nostro territorio – precisa Barbieri - come peraltro da tutti conosciuto, è confinante su più lati con la Regione Lombardia e ha già pagato un altissimo prezzo in termini di contagiati e di decessi e i numeri di positivi che si registrano in questi giorni destano estrema preoccupazione. Sulla scorta di quanto sopra, richiedo l’assunzione di un provvedimento urgente che scongiuri che i centri commerciali piacentini possano fungere da luogo per veicolare contagi disponendo conseguentemente l’opportuna misura atta a salvaguardare la salute.  Temo che in caso di inerzia si possano determinare gravi e irreparabili conseguenze. Auspico un immediato intervento».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento