«Pochi agenti ma la polizia Locale è funzionale per tutta l'Unione». Il Bilancio: «In tanti senza assicurazione e revisione»

Il comandate del presidio della Bassa, Massimo Misseri, traccia il bilancio dell'anno concluso: «In Otto copriamo un territorio di duecento chilometri quadrati». In arrivo un nuovo agente e tre auto. I numeri dell'attività svolta

Girometta e Misseri davanti alla sede della polizia Locale della Bassa (foto Leonardo Trespidi)

Sono in otto, coprono un territorio di 210 chilometri quadrati per un totale di 23mila e quattrocento abitanti, ma «grazie al loro impegno, gli agenti della polizia Locale dell’Unione dei Comuni della Bassa, hanno garantito una sempre maggiore presenza e attività nel campo della prevenzione e della sicurezza, nonché della Protezione Civile, cercando di bilanciare e indirizzare al meglio le esigue forze con le sempre maggiori esigenze dei cittadini». Forze esigue perché gli agenti dovrebbero essere, secondo le direttive Regionali, uno ogni mille abitanti. «A metà anno ne arriverà uno nuovo – ha annunciato Gabriele Girometta, sindaco di Cortemaggiore e presidente dell’Unione – grazie al concorso Regionale al quale abbiamo aderito. Sarà già formato e quindi subito operativo. E presto arriveranno anche tre nuovi mezzi per sostituire quelli più vetusti per un investimento di circa 700mila euro, provenienti anche dalla Regione oltre che dall’Unione» - ha concluso Girometta ringraziando i gruppi di Protezione Civile e quelli di controllo di vicinato di tutto il territorio dellaPolizia Locale Bassa-2 Bassa.

«Sono state garantite azioni mirate di prevenzione e controllo sia alla circolazione, che all’aspetto di prevenzione per quegli atteggiamenti riguardanti la sicurezza stradale – ha aggiunto Massimo Misseri, il comandante del corpo di polizia Locale dei sette comuni della Bassa Piacentina -. L’attività dell’ufficio è stata strutturata ed indirizzata ad una sempre maggiore visibilità e incisività sul territorio per un totale di 11mila e ottocento ore di servizio e 80mila e trecento chilometri percorsi dai veicoli di servizio».

Nel corso del 2019 sono stati controllati cinquemila e trecento veicoli e identificate più di duemila persone. Sono stati rimossi novantasei veicoli abbandonati ed eseguiti diciassette servizi con autovelox. Duecentoventisei sono stati i sopralluoghi mentre ventiquattro i servizi in collaborazione con altre forze di polizia, in particolare l’operazione eseguita dai carabinieri nel campo nomadi di Caorso lo scorso anno. Tra i quindici reati segnalati all’autorità giudiziaria, otto sono stati quelli perseguibili d’ufficio e sette le querele di parte. Ha spiegato Misseri: «La maggiore attenzione alle esigenze del territorio ha portato all’elevazione di millenovantaquattro Polizia Municipale, campagna, bassa, ok 2018-2verbali di contestazione, mille e sessantasei dei quali per violazione del Codice della Strada e ventotto per violazioni amministrative dei regolamenti Comunali. Questa attività repressiva ha comportato l’elevazione di un importo di 144mila e duecentocinquanta euro, con un incremento del ventuno percento rispetto al 2018, segnale di una gestione attenta ed oculata, in quanto sono calate le sanzioni». Per quanto riguarda le sanzioni salgono sul podio negativo Castelvetro (286), Caorso (283) e Cortemaggiore (245), a seguire Monticelli (210), Villanova (53), San Pietro in Cerro (12) e Besenzone (5). Il controllo sulle strade ha comportato il ritiro di nove patenti e la sospensione di 29 documenti di guida. Ventuno sono stati i veicoli sequestrati, quattrocentouno quelli con mancata revisione e centocinquantasei quelli scoperti da assicurazione. I punti complessivamente decurtati sono stati novecentosessantuno. Gli agenti, divisi durante il giorno su più turni, hanno garantito la presenza costante durante fiere e mercati nei Comuni dell’Unione, durante le emergenze di Protezione Civile con il coordinamento del Centro operativo intercomunale e nelle scuole al fianco delle insegnanti per l’educazione stradale dei più giovani. Sono stati rilevati cinquantasette incidenti stradali, ventiquattro dei quali con lesioni per le persone coinvolte.polizia municipale e carabinieri controlli bassa monticelli ok 2018-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prossimamente, insieme all’arrivo delle tre nuove auto, gli agenti saranno dotati di spray urticante e mazzetta distanziatrice per la tutela personale, dopo aver effettuato un corso dedicato al loro utilizzo; e il comandante auspica di poter trovare le risorse per l’acquisto di un ufficio mobile «utile sia nel rilevamento degli incidenti stradali ma soprattutto per garantire un presidio di alcune ore durante i turni, nei sette Comuni». Così come confida nel «proseguimento dell’Unione e in particolare del servizio di polizia Locale, cresciuto nell’ultimo quadriennio e funzionale per i territori coinvolti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

Torna su
IlPiacenza è in caricamento