menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Luca Zandonella e il comandante della polizia locale Giorgio Benvenuti

L'assessore Luca Zandonella e il comandante della polizia locale Giorgio Benvenuti

«Basta superficialità, chi usa il monopattino deve rispettare le regole»

Monopattini elettrici sì, ma nel rigoroso rispetto delle norme del Codice della strada. Questo il tema a cui è dedicata la nuova campagna di sensibilizzazione “Ama la tua città” promossa dall’Amministrazione comunale

Monopattini elettrici sì, ma nel rigoroso rispetto delle norme del Codice della strada. Questo il tema a cui è dedicata la nuova campagna di sensibilizzazione “Ama la tua città” promossa dall’Amministrazione comunale. «Soprattutto negli ultimi mesi - sottolinea l’assessore alla Sicurezza urbana, Luca Zandonella - abbiamo assistito ad un’ampia diffusione dei monopattini elettrici, una pratica modalità di trasporto che però sta spiazzando un po’ tutti: dai pedoni che se li vedono sfrecciare sui marciapiedi, alle forze dell’ordine che si devono adeguare a norme che cambiano di continuo. La nuova campagna di sicurezza stradale adottata nella nostra città, oltre a prevedere il potenziamento dei controlli da parte della Polizia Locale, ha quindi lo scopo di dare le giuste indicazioni ai piacentini per una corretta conduzione di monopattini e biciclette. In particolare, le locandine e i manifesti che verranno affissi in città punteranno l’attenzione su due precisi aspetti legati alla sicurezza: la necessità di attivare, nelle ore serali e notturne o in condizioni di scarsa visibilità, i fanali (anteriore e posteriore) e i catarifrangenti (rosso posteriore e gialli sui pedali e sui lati) e di indossare il giubbino riflettente; e il fatto che andare contromano è vietato e pericoloso, sia in bici che in monopattino»

monopattino ok 2020-2Prosegue l’assessore: «Secondo le norme più recenti varate dal Ministero dei Trasporti, l’età minima per la conduzione di monopattini elettrici è di 14 anni e, fino al compimento della maggiore età, è obbligatorio indossare il casco protettivo. La circolazione è vietata sui marciapiedi e sugli spazi riservati ai pedoni. Dove presenti, è necessario sfruttare le piste ciclabili. Cose, animali o un’altra persona a bordo non si possono trasportare, mentre di sera occorre indossare un giubbino o bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. L’uso del telefono cellulare è consentito solo attraverso l’utilizzo dell’auricolare (solo uno) e a patto di mantenere libero l’uso delle mani. E’ naturalmente obbligatorio rispettare le disposizioni previste dal codice della strada, come il senso di marcia e i semafori, dando precedenza ai pedoni». «Tra gli obiettivi dell’Amministrazione,  - spiega - rientra senz’altro la promozione di azioni e interventi a favore della mobilità elettrica, facendo ricorso anche a forme innovative di spostamento individuale quali i monopattini elettrici. Ma la mobilità “dolce” non significa poter utilizzare le strade a piacimento. Al contrario, presupposto fondamentale di una corretta circolazione urbana è la conoscenza e il rispetto delle regole stradali. In altre città ci sono già stati purtroppo gravi incidenti, ed è nostra intenzione evitare che succedano anche a Piacenza. Facciamo quindi partire questa campagna di comunicazione, che sarà affiancata dai controlli da parte della Polizia Locale, affinché tutti gli utenti della strada – pedoni, ciclisti, automobilisti e nuovi “cavalieri elettrici” – possano circolare in sicurezza». 

«Due multe e due incidenti fortunatamente non gravi nei quali sono rimasti coinvolti monopattini: numeri esigui per Piacenza ma che sono già un campanello d'allarme che ci deve far riflettere ed agire»,  ha detto il comandante della Polizia Locale Giorgio Benvenuti. «Secondo uno studio dell'Asaps (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale) ha verificato  - spiega - come l'incidentalità ovviamente aumenta proporzionalmente al numero di monopattini presenti anche grazie a servizi di sharing, nei prossimi mesi questo opportunità ci sarà anche a Piacenza e per quel momento dovremo essere preparati».

«Diverse le sanzioni previste. Si va dai 100 euro per il trasporto di una persona sul monopattino che è ad uso singolo, alle multe (prevista anche la confisca) per manomissioni al mezzo sia per la velocità (quella massima è di 25 chilometri all'ora) sia per le modfiche circa il motore e l'alimentazione. Il monopattino può viaggiare in aree pedonali ma non può superare i 6 chilometri all'ora, e non possono invece circolare sulle strade dove il limite previsto è superiore ai 50: in questi casi la multa può arrivare anche i 400 euro. Dai 50 ai 200 euro di multa possono essere comminati se si trasportano animali, cose e se due mezzi procedono affiancati o trainano o si fanno trainare». Per eventuali informazioni o approfondimenti è possibile consultare all’interno del sito internet comunale l’apposita sezione dedicata alla sicurezza stradale www.comune.piacenza.it/temi/sicurezza/poliziamunicipale/guidepratiche/sicurezza-e-la-circolazione-stradale, che tra le diverse pagine web include anche quella su come usare correttamente il monopattino elettrico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento