Beccia: «Assurdo costruire il ponte nuovo sopra al vecchio»

Ponte Lenzino, il sindaco di Ottone: «La Soprintendenza e il Mibact non possono occuparsi sia di beni culturali che del tonnellaggio di peso che può sostenere un ponte»

il progetto del ponte definitivo

Il progetto del nuovo ponte Lenzino (quello definitivo) non convince più di tanto i sindaci dell’Alta Valtrebbia. Federico Beccia, primo cittadino di Ottone, contesta l’idea di realizzare la nuova struttura sopra quella vecchia, crollata nel pomeriggio del 3 ottobre. «Fermo restando la mia opposizione a che il ponte provvisorio lo faccia Anas – interviene il sindaco - e non il Genio Pontieri (anche a parità di tempo) quella del ponte sopra il vecchio ponte mi sembra la cosa più assurda che si possa vedere nel 2020». Il sindaco non va per il sottile. «Siamo Federico Beccia-3attanagliati da un immobilismo – osserva - e da una forma mentis non creativa che cerca di fermare il tempo senza capire la quintessenza del rispettare il passato, ma pensando al presente e al futuro. Chi si occupa di quadri – si riferisce alla Soprintendenza e al Ministero dei Beni culturali, coinvolti dalla vicenda progettuale in quanto ponte Lenzino è vincolato - non può essere che si occupi anche di tonnellaggio di camion che attraversano un ponte. Tutto questo a scapito della sicurezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento