menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federico Beccia

Federico Beccia

Beccia (Ottone): «Che serva di lezione, d’ora in poi ci aspettiamo più ascolto da Anas»

Il sindaco di Ottone: «Anas è un muro di gomma, alle nostre segnalazioni risponde sempre che “sta monitorando” la situazione. Ora grandi disagi per i lavoratori»

«Sei mesi sono lunghi, l’importante è che ci sia l’impegno a rispettare la consegna. Ormai il ponte Lenzino è crollato, dobbiamo adattarci. Speriamo che serva di lezione a qualcuno, si è sfiorata la tragedia. Da adesso in avanti ci attendiamo che le prerogative della Valtrebbia e della Statale 45 vengano ascoltate di più». Federico Beccia, sindaco Ottone, ha visto il suo comune allontanarsi ancora di più dal resto della Valtrebbia e dai servizi. «La strada alternativa l’ho già fatta diverse volte in inverno, quando sulla Statale 45 effettuavano alcuni lavori. Sicuramente non è una “grande strada”, il problema sono ghiaccio e neve dei prossimi mesi».

Sul fronte scolastico i bambini e i ragazzi delle medie del territorio vanno tutti a scuola a Ottone. «Abbiamo un gruppetto di ragazzi che studiano al Tramello di Bobbio – spiega il sindaco - e dovranno riorganizzarsi, con meno ore di sonno e di studio. Il mio pensiero va anche ai lavoratori, a tutti coloro che fanno quella strada tutti i giorni. Stiamo andando incontro a dei disagi notevoli».

L’amarezza del primo cittadino ottonese è palpabile. «Sentiamo sempre questa parola: “monitorare”. Tutte le volte che segnaliamo qualcosa ad Anas – aggiunge Beccia - ci sentiamo rispondere che “stiamo monitorando”. Ad esempio, oltre a ponte Lenzino, sono tre anni che c’è una carreggiata, a un chilometro da Ottone, che presenta problemi. Continua a crollare, c’è un semaforo da due anni e mezzo e non si interviene». Il rapporto con Anas non funziona. «Devo dire tutto il male possibile di Anas. Tutte le istituzioni e le autorità ci stanno vicine, ci aiutano come possono, ma Anas per noi è un “muro di gomma”. A Ottone aspettiamo che la strada sparisca prima di vederli arrivare per un intervento. Al ministro Paola De Micheli dico che non è possibile che da tre anni ci sia un semaforo a Ottone, e “l’Anas monitora”…».

cantiere statale 45-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento