menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Blitz ai Giardini Margherita: cinque arresti, 23mila euro e due etti di droga sequestrati

Cinque arresti, 60 persone controllate (41 stranieri), quattro uomini segnalati come assuntori alla Prefettura, due etti di droga tra hascisc, marijuana e cocaina e 23mila euro sequestrati. Questi i numeri del maxi blitz avvenuto il 10 novembre ai Giardini Margherita ed effettuato dai carabinieri della compagnia di Piacenza e Bobbio

Cinque arresti, 60 persone controllate (41 stranieri), quattro uomini segnalati come assuntori alla Prefettura, due etti di droga tra hascisc, marijuana e cocaina e 23mila euro sequestrati. Questi i numeri del maxi blitz avvenuto il 10 novembre ai Giardini Margherita ed effettuato dai carabinieri della compagnia di Piacenza (Castelsangiovanni, Piacenza, Levante, Norm) e da quelli della compagnia di Bobbio per un totale di circa trenta militari ai quali vanno aggiunte due unità cinofile della Guardia di Finanza. 

Il maxi controllo è scattato alle 16 quando sono stati chiusi tutti i cancelli del parco. L'operazione ha fruttato 100 grammi di hascisc, 73 grammi di marijuana, 15 grammi di cocaina e 18 grammi di sostanza da taglio, grinder, bilancini, coltelli. Parte della droga era nascosta nella vegetazione sulla "montagnola" del parco. A finire in manette cinque persone: un 21enne piacentino che ha cercato di scappare, addosso aveva un etto di hascisc, un 64enne (già noto alle forze dell'ordine): in casa i carabinieri gli hanno trovato la cocaina, la sostanza da taglio e 22.500 euro in contanti, un 23enne della Guinea richiedente asilo che ha tentato un furto in via Trebbiola ma è stato bloccato. Inoltre sono state eseguite due ordinanze di custodia cautelare eseguite dai carabinieri di Bobbio e da quelli della stazione di Piacenza Principale: si tratta di un 19enne di San Rocco e di un 20enne di Rivergaro, sempre per spaccio.  Il comandante provinciale dell'Arma, il colonnello Corrado Scattaretico: «Vogliamo dare un segnale forte alle persone che pensano che questo parco è terra di nessuno. Non c'è più spazio per chi vuole delinquere. E i cittadini onesti hanno il diritto di sentirsi sicuri e di poter frequentare la zona senza avere paura». 

LE DIRETTISSIME - Il 21enne piacentino che è stato trovato con un etto di hascisc addosso è stato rimesso in libertà dopo la convalida dell'arresto e il processo rinviato. Difeso dall'avvocato Monica Capurri, è comparso davanti al giudice Stefania Di Rienzo e al pm Sara Macchetta. E' incensurato e gli è stata riconosciuta la modica quantità per il principio attivo basso della sostanza. Avrebbe detto che era per uso personale. Il 64enne, trovato con sostanza da taglio, cocaina e 22.500 euro in contanti, difeso dall'avvocato Vittorio Antonino è stato rimesso in libertà dopo la convalida dell'arresto. Il processo è stato rinviato. 

GUARDA IL VIDEO DELL'OPERAZIONE ANTIDROGA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm "anti varianti": che cosa cambia fino a Pasqua

  • Cronaca

    Contagi in aumento, nell’ultima settimana +20% nel Piacentino

  • Cronaca

    Vaccinazione degli over 80, «partenza col botto»: oltre 8mila hanno già prenotato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento