Blitz della polizia al kebab e in via Foresti: sequestrati quasi due chili di droga

Quasi due chili di droga e due arresti. Ennesimo colpo all'attività di spaccio nella zona di quartiere Roma e in via Foresti della squadra volanti e della Mobile della questura. In manette un tunisino di 19 anni e un latitante albanese di 26: in casa aveva 1 chilo e mezzo di marijuana

Da sinistra: il dirigente della Mobile Salvatore Blasco, il questore Salvatore Arena, il dirigente delle volanti Michele Rana e i ragazzi della volanti con il sovrintendente Pier Paolo Moro

Quasi due chili di droga e due arresti. Ennesimo colpo all’attività di spaccio nella zona di quartiere Roma e in via Foresti della squadra volanti e della Mobile della questura. Nel pomeriggio del 9 settembre è scattato il blitz al kebabbaro vicino alla stazione in Piazzale Marconi: grazie alle telecamere di sicurezza installate nella zona, dalla sala operativa era stato notato uno strano via vai dentro e fuori dal locale. Quando sul posto sono arrivate tre volanti ci sarebbe stato un fuggi fuggi generale al grido di "arriva la polizia" ma gli agenti sono riusciti a fermare un tunisino di 19 anni, ex minore non accompagnato in attesa della conversione del permesso di soggiorno e nullafacente. Il giovane aveva cercato di nascondersi inutilmente dietro una tenda nel retro del locale ma è stato bloccato: addosso aveva 550 euro e un coltello. Sotto il tavolino dove sedeva prima del blitz i poliziotti hanno trovato un pacchetto di sigarette con una piccola stecca di hascisc, e nel giardino del locale due bustine di plastica con 5 grammi di cocaina. Il ragazzo aveva cercato di disfarsi anche di una stecca piu grande di hascisc gettandola a pochi metri dal bar. In tutto quindi sono stati sequestrati 100 grammi di hascisc e 5 di cocaina. Da quanto ricostruito il 19enne stava tranquillamente spacciando seduto ad un tavolo del locale: aspettava i clienti, frazionava il "fumo" e incassava il denaro al riparo da occhi indiscreti. La posizione del titolare è al vaglio degli inquirenti. Il giovane è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio: si trova alle Novate in attesa del processo. 

BLITZ IN VIA FORESTI - Nell serata invece la squadra mobile diretta da Salvatore Blasco ha arrestato un 26enne albanese nella sua abitazione in via Foresti, zona Galleana. Gli agenti sono entrati in azione poco dopo le 21 dopo alcune ore di appostamento nel condominio dello straniero e dopo aver visto un intenso via vai di persone. Da qualche tempo, grazie ad alcune segnalazioni, tenevano d'occhio il ragazzo sospettando che potesse aver avviato un'intensa attività di spaccio. I poliziotti hanno fatto irruzione e hanno immediatamente bloccato il 26enne, poi hanno perquisito l'abitazione trovando nell'armadio una grossa busta di plastica con 1 chilo e mezzo di marijuana, altra "erba" già essicata e pronta da vendere invece era custodita in un piccolo contenitore di legno, e 1775 euro in banconote di piccolo taglio. E' stato portato in questura e arrestato per detenzione ai fini di spaccio. Dagli accertamenti è emerso che era latitante da gennaio 2015: su di lui pendeva un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Prato per droga. Ora è alle Novate. «Gli uomini delle volanti e della mobile stanno lavorando intensamente al massimo delle loro possibilità. E i risultati si vedono. Fondamentale è la collaborazione con i cittadini e con i gruppi di vicinato», ha dichiarato a margine il questore Salvatore Arena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento