Bloccano un aggressore, poliziotti accerchiati e aggrediti al Peep

Gravissimo episodio al Peep nella serata del 10 giugno. Poliziotti delle volanti e dell'Rpc accerchiati, minacciati e aggrediti da almeno trenta persone che non volevano che portassero in questura il presunto aggressore della barista del bar Atlantic in via Marinai d'Italia

I poliziotti mentre caricano l'uomo sulla volante

Prima avrebbe aggredito una barista con una bottiglia rotta, poi ha opposto resistenza ai poliziotti che lo avevano individuato grazie alla descrizione dei testimoni e della stessa vittima ma non solo, l'uomo è stato difeso anche con violenza da almeno una trentina di persone che hanno insultato, minacciato e aggredito i poliziotti, uno è rimasto ferito. Gravissimo episodio al Peep nella serata del 10 giugno. Non senza fatica gli agenti sono riusciti a caricarlo su una volante, attorno a loro una folla di inferociti. Uno si è messo addirittura davanti all'auto di servizio del Reparto Prevenzione Crimine per non farla passare, un altro ha sferrato alcuni calci alla stessa auto, e tutti insultavano gli agenti: «Bastardi, siete tutti bastardi» e poi minacce: «Ve la faremo pagare», il tutto tra applausi di scherno. Che la situazione fosse tesa si era già capito poco prima. Un uomo, di origine nordafricana pare, avrebbe litigato con la barista cinese del bar Atlantic per poi ferirla ad una mano forse con una bottiglia di vetro, ne è nata una colluttazione tanto che il bar è stato messo sotto sopra, poi è scappato. I poliziotti delle volanti insieme a quelli dell'Rpc erano sul posto in pochi secondi insieme ad un'ambulanza della Croce Bianca, stavano per andare in pronto soccorso quando ad un tratto gli agenti avrebbero individuato l'aggressore (che la donna conosceva e che dovrebbe abitare proprio a pochi metri dal bar) in un giardinetto condominiale. Lo hanno raggiunto sotto i portici del palazzo di fronte, sempre in via Marinai d'Italia: lì gli agenti lo hanno fermato ma sono stati anche raggiunti da decine di  persone che hanno cercato di non farlo ammanettare e hanno spintonato e insultato gli agenti. L'uomo, in manette, ha continuato a scalciare e cercare di colpire i poliziotti. Una volta in auto ha preso a testate i vetri della volante mentre fuori molte persone insultavano le forze dell'ordine: «Bravi bastardi!» e cercavano di ostacolarli in tutti i modi. Ora si trova in questura e la sua posizione è al vaglio, la donna e il poliziotto ferito si trovano in pronto soccorso: hanno riportato alcune lesioni ma non sono gravi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Annega nel Po per salvare il suo cane finito in acqua

  • Travolto da un'auto lungo la Statale, è grave

  • Quattro feriti nello scontro sulla via Emilia

  • Bonus Covid da 600 euro ai parlamentari, la Lega sospende il deputato piacentino Elena Murelli

  • Bonus covid ai parlamentari, la piacentina Murelli accusata dai giornali replica «No comment»

  • Rischia di annegare nella piscina di casa, salvata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento