rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Arresti / Besurica / Via Giovanni Bartoli

Bloccato alla Besurica un 31enne che doveva scontare più di 4 anni per spaccio e rapina

Lo hanno individuato i carabinieri del Nucleo investigativo, ora è in carcere alle Novate

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Piacenza hanno rintracciato in città un uomo di 31 anni raggiunto da un provvedimento di unificazione di pene concorrenti e contestuale ordine di carcerazione emesso pochi giorni fa dalla Procura della Repubblica di Piacenza.
L’uomo, già noto ai militari per i suoi trascorsi giudiziari, deve scontare 4 anni e 2 mesi di reclusione perché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (commesso nel mese di aprile 2017 a Piacenza), rapina aggravata in concorso e lesioni personali aggravate (commessi nel mese di settembre 2014 sempre a Piacenza). 

«Quest’ultimo episodio - spiegano i carabinieri in una nota - avrebbe avuto un movente legato alla compravendita di stupefacenti. Un giovane era stato aggredito, costretto a salire su un’auto e condotto nella zona di Gerbido. Qui, era stato minacciato con un coltello e picchiato con una chiave a croce. Per questo ha dovuto consegnare un Rolex e anche il suo cellulare. Poi è stato minacciato perché tenesse la bocca chiusa e riportato indietro. Visitato al pronto soccorso il malcapitato aveva riportato lesioni lievi».
Il 31enne, al termine di un breve servizio di pedinamento, è stato rintracciato e fermato in città alla Besurica, e condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccato alla Besurica un 31enne che doveva scontare più di 4 anni per spaccio e rapina

IlPiacenza è in caricamento