Due coniugi prima litigano tra di loro poi se la prendono anche con la polizia

Un 27enne ha dato parecchio filo da torcere agli agenti delle volanti che erano intervenuti a Borgofaxall per una violenta lite tra lui e la moglie. Ma all'arrivo della polizia i due se la sono presa anche con loro

Sono resistenza a pubblico ufficiale e minacce le accuse per un 27enne originario della Puglia, ma residente a Piacenza, che ieri pomeriggio ha dato parecchio filo da torcere agli agenti delle volanti che erano intervenuti a Borgofaxall per dirimere una violenta lite che il giovane stava avendo con la moglie, anche lei pugliese di origine di 22 anni. E anche per la moglie non è mancato un provvedimento giudiziario. Infatti, mentre il marito insultava e se la prendeva con la polizia, la coniuge gli ha dato man forte.

LITIGANO TRA LORO - L'intervento della polizia è stato richiesto dagli addetti alla sicurezza del centro commerciale di piazzale Marconi, che erano intervenuti proprio perché marito e moglie stavano litigando davanti a tutti piuttosto animatamente. Anzi, la questura riferisce che il 27enne stava per mettere le mani addosso alla giovane. I due addetti però sono stati a loro volta aggrediti dal ragazzo, che ha già alcuni precedenti penali, e uno di loro si è anche beccato un calcio nel bassoventre con medicazione all'ospedale e prognosi di una settimana circa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AGGRESSIONE AI POLIZIOTTI - Quando sono arrivati gli agenti della volante, i due coniugi pugliesi hanno ritrovato evidentemente la loro intesa, alleandosi contro la polizia. Attimi di tensione proprio davanti all'ingresso do Borgofaxall, con il 27enne che è arrivato a minacciare pesantemente i poliziotti. Inevitabili le manette e il processo per direttissima che si è tenuto questa mattina in tribunale a Piacenza. Il suo avvocato difensore ha chiesto i termini a difesa e il giudice, dopo aver rinviato l'udienza, ha disposto nel frattempo la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento