«Borseggi sui treni quasi spariti. Quella di Piacenza è una stazione sicura»

L'attività della Polizia ferroviaria che, nel 2015, ha anche sventato due tentativi di suicidio sui binari

In basso, l'ispettore Altieri e il sostituto commissario Pizzamiglio

«Il nostro è un lavoro importante al servizio di chi viaggia». L’ispettore Salvatore Altieri presta servizio alla Polizia ferroviaria di Piacenza da oltre 30 anni, e conosce quindi molto bene l’aspetto della sicurezza sia a bordo dei treni che nella stazione e in piazzale Marconi. «Posso dire che quella di Piacenza è una stazione sicura, soprattutto se confrontata con altre realtà vicine».
La questura di viale Malta, su iniziativa della Polizia di Stato, ha diffuso i dati dell’attività del 2015 della Polfer di Piacenza. I cui agenti, in tutto una ventina, oltre a fare attività preventiva e repressiva dei reati, hanno anche sventato due tentativi di suicidio lungo i binari grazie al loro rapido intervento.
altieri pizzamiglio-2Dando un’occhiata da vicino ai dati, spiccano le oltre 3200 persone controllate, sia a bordo dei convogli ferroviari in transito a Piacenza, sia in stazione. Da notare che una parte di questi sono minorenni privi di documenti che poi vengono presi in carico di servizi sociali. 
Le denunce a piede libero sono state una quindicina, e una trentina i delitti segnalati: minacce e oltraggio al personale di servizio dei treni (che sono a tutti gli effetti dei pubblici ufficiali), danneggiamenti, lancio di sassi contro le carrozze, ricettazione, atti osceni e i furti di rame e cavi elettrici lungo i binari. E poi le multe per chi attraversa a piedi i binari oppure scende dalla porta sbagliata del treno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Occhio di riguardo da parte della Polfer di Piacenza a uno dei reati tipici delle stazioni: i borseggi. «A Piacenza sono quasi del tutto spariti - spiega l’ispettore Altieri - grazie anche alla nostra presenza all’arrivo e alla partenza dei treni dalla stazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento