menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L’arrivo dello straniero in tribunale

L’arrivo dello straniero in tribunale

Botte a una donna e coltellata a un passante: non doveva più essere in Italia

Gravissimo episodio di violenza nella zona di via Scalabrini. Ferite due persone, l’aggressore, un marocchino irregolare, è stato bloccato in pochi minuti dai poliziotti

Non doveva trovarsi già più in Italia il marocchino di 32 anni che nella mattinata del 18 agosto ha picchiato una donna, sua connazionale di 30 per poi colpire con una coltellata un passante egiziano che l’ha difesa. È irregolare con alle spalle diversi ordini di espulsione mai ottemperati e con un precedente per armi.  Sarà processato per direttissima con le accuse di lesioni pluriaggravate,minacce e violazione di domicilio e porto abusivo di arma. L’uomo da qualche  settimana si era invaghito della 30enne: la pedinava, la molestava fino a quando il 18 agosto, in via Moroni (zona via Scalabrini) dalle parole è passato alle vie di fatto. Ha sfondato a calci la porta di casa della marocchina, è entrato brandendo un coltellino coltello polizia 2019-2e l’ha picchiata ferocemente, ma lei è riuscita a scappare dal balcone e a scendere in strada e a chiedere aiuto trovandolo in un egiziano di 22 anni che passava di lì per caso.

La donna si è nascosta dietro di lui che si è preso una coltellata all’addome che  fortunatamente l’ha ferito solo di striscio. Immediato l’arrivo dei poliziotti delle volanti che hanno bloccato l’aggressore e messo in salvo la vittima. L’egiziano mezz’ora dopo è stato medicato in pronto soccorso dove ha ricevuto una prognosi di 7 giorni, così come la donna: diverse le ecchimosi e le escoriazioni che lo straniero le ha procurato.  Con le volanti anche gli agenti della squadra mobile. Su disposizione del pm Antonio Colonna è stato arrestato. Dopo una notte nella camera di sicurezza della questura è comparso in tribunale difeso dall'avvocato Paola Piccoli davanti al giudice Sonia Caravelli. Per lui è stato disposto il carcere nell'attesa della nuova udienza del processo. E' senza fissa dimora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Patate, in Appennino quelle di qualità sono di casa

Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento