Cadeo, inaugurato il nuovo pallone pressostatico

Quattro partner per un unico progetto: Comune, Protezione Civile, Fondazione e GS Cadeo Calcio

Un'inaugurazione densa di emozione e commozione quella del nuovo pallone pressostatico di Roveleto; un'opera tanto attesa e importante che avrà per Cadeo una duplice funzione: palestra destinata agli studenti, (dopo che la palestra utilizzata dagli studenti delle scuole medie è stata chiusa a seguito delle criticità sismiche) e area di accoglienza in caso di eventi calamitosi.

Quattro partner per un unico progetto. Comune, Protezione Civile, Fondazione e GS Cadeo Calcio . "Mettendo insieme forze e risorse si è arrivati ad un risultato fondamentale per ragazzi e cittadini", ha ricordato Francesco Rolleri, presidente della Provincia, che ha presenziato all'inaugurazione a fianco di numerosi sindaci della provincia. E qui le forze in gioco sono state decisive: la struttura è stata infatti finanziata  grazie ai contributi della Regione Emilia-Romagna, area di protezione civile, della Fondazione di Piacenza e Vigevano e con il contributo del Gs Cadeo Calcio (realizzazione del basamento in cemento, e gestione delle utenze ordinarie della struttura). L'unione fa la forza, -ha aggiunto Gabriele Alifranco, dirigente del Servizio Protezione civile e attività Area Ovest - è importante perché fa crescere e crea legami".

L'intitolazione a Giorgio Lombardelli, "maestro del lavoro", di sport e vita. In memoria di Giorgio Lombardelli, presidente del Gs Cadeo Calcio dal 2010 al 2014, già presidente dal 1991 al 2004, a lui che ha era solito dire che nel campo dell’amicizia ha giocato le sue partite più belle”, queste le parole del primo cittadino di Cadeo, Marco Bricconi per ricordare il compianto ex presidente del GS calcio, Giorgio Lombardelli, a cui è stato intitolato l'impianto sportivo.  Lombardelli, classe 1954 nativo di Carpaneto e residente a Roveleto di Cadeo, dipendente della Paver, nominato nel 2011 maestro del lavoro,  è stato presidente della società sportiva Gs Cadeo Calcio Cadeo dal 1991 al 1994 e dal 2010 al 2014, anno della sua prematura scomparsa. "Un uomo a cui tutti noi dovremmo uniformarci per la sua schiettezza e lealtà di comportamento, una persona intellettualmente onesta a cui dovremmo tutti ispirarci", ha sottolineato  Bricconi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento