Caldo record ieri a Piacenza: in quattro danno in escandescenze

Temperature torride ieri in città, con punte fino a 33 gradi. E una serie di curiosi episodi che hanno richiesto l'intervento dei carabinieri, con un minimo comune denominatore: il caldo record che annienta i nervi

Cinque richieste di intervento ieri per l'Arma dei carabinieri di Piacenza. Sarà un caso, ma i militari sono stati richiesti durante l'ora di massimo caldo e forse, nella dinamica dei fatti, il caldo c'entra qualcosa.

Alle 13, un cittadino senegalese in coda al pronto soccorso dalla mattina, dà in escandescenze e per richiamare l'attenzione dei sanitari, usa l'asta delle flebo come bastone. Lo brandisce contro i medici, minacciandoli. È stato necessario l'intervento del 112 per riportare la calma e allontanare l'uomo dal reparto.

Quindici minuti dopo, un secondo episodio, questa volta in piazza Cittadella. Una donna, sotto l'effetto di qualche sostanza, probabilmente potenziata dalla canicola, reca ai disturbo ai passanti. Collassata su una panchina, li importuna. Poi, all'arrivo del 118, si impunta e rifiuta di farsi soccorrere. I medici allora chiamano i carabinieri che riescono a convincere la donna a salire sull'ambulanza alla volta dell'ospedale.
  Sembra proprio che siano state le temperature record di ieri a fare da comune denominatore ai fatti  

Alle 14.10, intervento successivo. È l'ora di massima calura. In via Alberoni, nei pressi dell'edicola, un piacentino sessantacinquenne, gira completamente nudo per la strada. Visibilmente alticcio, è andato in tilt complice il caldo. L'ambulanza, chiamata dai carabinieri dopo aver identificato l'uomo, lo copre con un lenzuolo di fortuna e lo trasporta in ospedale.

Alle 18, arriva al 112 la richiesta di aiuto da un bar vicino a piazzale Marconi. La barista rumena, spiega ai carabinieri di aver dato una banconota da 500 euro ad un connazionale, chiedendo di cambiarla. Ma l'uomo si allontana senza più fare ritorno. La ragazza però, non ha saputo fornire particolari identificativi ai militari, per consentire loro di rintracciare il fuggiasco.

Quindici minuti dopo, i carabinieri tornano al bar: questa volta è un avventore di colore ad andare in escandescenze. Paga la consumazione con una banconota da 100 euro, e la barista– come di consuetudine – ne controlla contro luce l'autenticità.  L'uomo però, interpreta il gesto come una mancanza di fiducia e, in preda all'ira, scaglia a terra la ciotola di vetro che contiene le caramelle sul bancone. Una scheggia, ferisce al piede la ragazza che, spaventata, chiama il 112.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento